19.8 C
Comune di Legnano
venerdì 17 Settembre 2021

SALUTE – Dall’1 marzo la ricetta del medico di base da cartacea diventa telematica

Ti potrebbe interessare

Cicli terapeutici odontoiatrici con l’osteopatia per i bambini al Centro Porta Odontoiatria e Benessere

Il Centro Porta, che si trova a Busto Garolfo, nell'Alto Milanese, è da sempre promotore di un approccio multi specialistico in cui più discipline collaborano tra...

La GdF di Varese sequestra 20 chili di cocaina

E’ accaduto nei giorni scorsi a Varese: gli uomini del Comando Provinciale della Guardia di Finanza hanno arrestato tre persone accusate di detenzione e...

Luci accese di notte nelle scuole di Parabiago: c’è chi grida allo spreco

Sta suscitando diverse polemiche in questi giorni, via social, la faccenda delle luci accese di notte nelle scuole a Parabiago, e nelle sue frazioni. Come...

Questa sera a Legnano si corre la Provaccia

Tutto pronto al Campo Mari di Legnano per la corsa della "Provaccia", questa sera, venerdì 17 settembre alle 19.45. La corsa precede quella del Palio...

Forse non tutti lo sanno, ma da martedì 1° marzo va definitivamente in soffitta la vecchia ricetta del medico di famiglia: al suo posto entrerà in vigore un sistema elettronico (la cosiddetta ricetta “dematerializzata”). Il nuovo meccanismo, – in realtà già presente in alcune Regioni –, diventerà definitivo su tutto il territorio nazionale e consterà di due fasi:

– nel momento in cui il dottore dovrà prescrivere un farmaco al proprio paziente, non compilerà più il tradizionale blocchetto rosso e bianco, ma si connetterà dal computer a un sistema informatico centrale ove iscriverà i dati del malato e del farmaco prescritto. Poi stamperà un promemoria su un foglietto di carta di dimensioni ridotte (A5). In esso saranno inseriti i dati della prescrizione ed un codice a barre;

– a questo punto il paziente si dovrà recare in farmacia e consegnare il bigliettino al banco: lì, grazie alla lettura elettronica dei dati contenuti nel promemoria, il farmacista si collegherà allo stesso sistema centrale ove il medico di base aveva compilato i relativi campi e verificherà gli estremi del medicinale, del paziente e l’eventuale diritto a esenzioni.

Il sistema così delineato varrà per un periodo transitorio, al termine del quale scomparirà anche il promemoria scritto e tutto avverrà telematicamente.

Tale procedimento verrà esteso gradualmente anche per la prescrizioni di esami e visite specialistiche, visto che la ricetta elettronica sarà accettata anche da cliniche, ambulatori e ospedali.

FONTE: laleggepertutti.it

Articoli correlati