mercoledì, 17 Aprile 2024

Rubato un defibrillatore sull’ambulanza della CRI Legnano: prosegue la raccolta fondi insieme a Bcc

Il fatto è noto: lo scorso 24 gennaio a Canegrate, approfittando dell’assenza dell’equipaggio della Croce Rossa di Legnano impegnato a soccorrere una persona in casa, ignoti ladri sono saliti sull’ambulanza ed hanno rubato un defibrillatore e un elettrocardiografo.

Si tratta di “strumenti salvavita collegati in remoto con AREU e che hanno bisogno della connessione gsm per funzionare correttamente. Quindi i ladri non se ne fanno niente, ma l’intera comunità dell’Alto Milanese ne ha avuto un danno, perché in questo modo il nostro mezzo di primo soccorso in parte non può più essere operativo fino a quando non avremo ripristinato la dotazione”, spiega Luca Roveda, presidente della Croce Rossa di Legnano.

Così la CRI di Legnano ha lanciato una raccolta fondi via Paypal, con l’obiettivo di raggiungere 5mila euro, per coprire almeno parte dei costi per il ripristino delle apparecchiature dell’ambulanza, che ammontano a poco meno di 10mila euro. La raccolta è tuttora in corso, ed è arrivata a poco meno di 3mila euro.

Il valore generato dal prezioso impegno e dal lavoro delle tante associazioni di volontariato che operano sul territorio è assolutamente indispensabile per le nostre comunità. La Croce Rossa, poi, è un’istituzione a cui tutti dovrebbero guardare con rispetto e gratitudine, i cui dipendenti e volontari contribuiscono a salvare vite in situazioni di emergenza e di pericolo. Non si ruba dalle ambulanze e non si depreda il territorio delle sue ricchezze comunitarie quali sono, appunto, i mezzi di primo soccorso”, ha detto Roberto Scazzosi, presidente della Bcc di Busto Garolfo e Buguggiate, nel consegnare in questi giorni una donazione di 5mila euro nelle mani di Roveda. Abbiamo deciso di raddoppiare l’obiettivo della raccolta fondi nella consapevolezza che ci sarebbero sicuramente state altre necessità a cui far fronte. E lo scoprire che la somma delle donazioni della generosità delle persone e della banca locale va a coprire l’intero, ignobile danno causato dai ladri, credo sia un fatto importante per ripristinare quel clima di fiducia reciproca che è linfa vitale per le nostre comunità”, spiega Scazzosi.

Raggiunti i fondi necessari, nei prossimi giorni alla Croce Rossa arriveranno le due nuove apparecchiature, il defibrillatore e l’elettrocardiografo, con cui tornare a rendere operativa l’ambulanza, che ricomporrà così la flotta di quindici ambulanze per il primo soccorso in dotazione alla Croce Rossa di Legnano.

(Nella foto, da sinistra: Roberto Solbiati, direttore generale della Bcc, Roberto Scazzosi, presidente Bcc, Luca Roveda, presidente CRI Legnano, Andrea Ciocia, responsabile amministrativo CRI Legnano).

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI