Rubati antitumorali all’ospedale di Rho

(Foto da web - CralRho)

L’amara scoperta lunedì mattina: nel corso del fine settimana, con il reparto chiuso, sono stati asportati farmaci anti-tumorali dal reparto di oncologia dell’ospedale di Rho.

I ladri, sulle cui tracce si stanno muovendo i Carabinieri, avrebbero forzato con alcuni attrezzi da lavoro gli ingressi al reparto, dove in un frigorifero sono stoccati i medicinali. Spaccata anche la serratura del frigo, i malviventi hanno rubato delle medicine molto costose, specifiche per i trattamenti chemioterapici.

Sull’accaduto indagano i militari dell’Arma di Rho con la collaborazione dei responsabili della direzione sanitaria dell’Asst Rhodense. Il danno ammonterebbe a circa 420mila euro.

Lunedì mattina è stato possibile comunque provvedere alle cure e alle terapie, dei pazienti del reparto, nonostante il furto, che ha tutte le caratteristiche di un’azione su commissione, mirata e specifica, dal momento che non sono state asportate altre medicine se non quelle anti-tumorali.

Un furto analogo si è registrato nelle scorse settimane all’ospedale San Carlo di Milano: potrebbe trattarsi della stessa banda, che agisce nell’ambito di un traffico di farmaci che alimenta mercati anche internazionali.

print