13.9 C
Comune di Legnano
martedì 11 Maggio 2021

Ricominciamo con un abbraccio: inaugurata la stanza degli abbracci alla rsa Sant’Erasmo di Legnano

Ti potrebbe interessare

Lavori al Centro Multiraccolta di Busto Arsizio: chiuso per una settimana

Da oggi lunedì 10 maggio il Centro Multiraccolta di via Tosi ang. via dell’Industria, a Busto Arsizio, sarà oggetto di un particolare intervento di...

AEMME Linea Ambiente ottiene gli stessi favorevoli riscontri del 2020

Il giudizio non si discosta molto da quello dello scorso anno: il lavoro di AEMME Linea Ambiente continua, infatti, a ottenere il consenso dei...

Al Teatro Tirinnanzi di Legnano oggi la presentazione del libro dedicato a Felice Musazzi

Si terrà oggi, lunedì 10 maggio, alle 18, al Teatro Città di Legnano “Talisio Tirinnanzi”, la presentazione ufficiale del libro dedicato a Felice Musazzi,...

Mascherine addio? Sì, quando almeno 30 milioni di italiani si saranno vaccinati

Potrebbero bastare 30 milioni di italiani già sottoposti alla prima dose di vaccino anti Covid-19, per dire basta alle mascherine indossate all’aperto. Mentre si ragiona...

E’ stata installata ed inaugurata questa mattina, giovedì 11 marzo, la “stanza degli abbracci”, donata dal sindacato dei pensionati SPI CGIL Lombardia alla rsa Fondazione Sant’Erasmo di Legnano.

Come si legge in una nota, l’iniziativa è nata dall’esigenza di compiere un gesto concreto per tutti gli anziani che ancora soffrono per la solitudine, e per la mancanza di un contatto fisico con i propri familiari.

A pochi giorni dalle consegne di Pavia, Lodi, Alzano Lombardo, Milano e Lecco è il turno del Ticino Olona: una “stanza degli abbracci”, vale a dire una struttura gonfiabile che accoglie gli anziani e i loro familiari, separandoli da un telone di plastica dotato di braccia per cingere in sicurezza i propri cari, ha preso corpo (e vita) all’interno della sala della rsa dove tante volte si sono tenuti incontri e momenti di festa. Prima ospite della struttura a ricevere gli abbracci una signora, che ha incontrato il figlio e i suoi nipoti, in un momento di particolare emozione.

Le “stanze degli abbracci”, che il sindacato dei pensionati lombardo ha acquistato, sono complessivamente diciotto: una per ogni comprensorio territoriale (le 12 province più la Valcamonica e il Ticino Olona). Alcuni territori hanno poi raddoppiato acquistando loro stessi una stanza da donare. Si tratta di strutture gonfiabili, prodotte in provincia di Torino, a Reano, da un’azienda produttrice di mongolfiere e strutture gonfiabili, che ha voluto fare la sua nel fronteggiare l’emergenza Covid-19 producendo le stanze degli abbracci. Sono facilmente collocabili sia dentro, sia fuori dagli edifici, all’interno delle quali, in totale sicurezza e, seppur separati da una parete in PVC, ci si potrà nuovamente abbracciare.

“Considerando le difficoltà riscontrate in questo periodo dalla gran parte delle rsa, abbiamo deciso di donare una stanza ad una struttura per territorio. La consegna nelle altre province avverrà nell’arco di poche settimane. Ora che la campagna vaccinale, per quanto riguarda gli ospiti delle rsa, si sta completando anche in Lombardia, vogliamo che i nostri anziani possano pensare al futuro con maggiore serenità e tornare il prima possibile ad una vita normale. Questo è il nostro piccolo contributo per far sentire loro la nostra vicinanza e la nostra gratitudine per tutto quello che hanno fatto per noi”, ha detto Federica Trapletti, Segretario dello SPI regionale.

Da sx Domenico Godano, Valerio Zanolla e Lorenzo Radice

“Certo con questo nostro contributo sappiamo bene di non risolvere il grave problema della pandemia che necessita di una azione congiunta tra scienza e politica. La scienza impegnata nella ricerca e la politica nell’approntare iniziative celeri per proteggere la popolazione e soprattutto vaccinarla”, il commento di Valerio Zanolla, Segretario Generale dello SPI Lombardia .

“Ringrazio la SPI CGIL per il dono graditissimo che consentirà ai nostri anziani di riabbracciare i loro cari. Siamo quotidianamente impegnati nel tentativo di preservare la qualità della vita dei nostri ospiti, nonostante la pandemia: la nuova “stanza degli abbracci” darà il contributo decisivo, permettendo di incrementare le interazioni fisiche degli anziani con le famiglie: grazie di cuore”, ha detto Domenico Godano, Presidente della Fondazione Sant’Erasmo.

All’inaugurazione hanno partecipato anche il sindaco Lorenzo Radice e l’assessore ai Servizi sociali Anna Pavan.

Articoli correlati

Le case di riposo riaprono ai visitatori purché provvisti di “green pass”

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato nelle scorse ore un’ordinanza che consentirà le visite, da parte di parenti e amici, agli anziani...

Legnano fa il punto sul Controllo del vicinato: sono 1200 le famiglie “al sicuro”

Con l’attivazione, sabato scorso a Legnano del “Ticino Cavour” salgono a ventinove i gruppi di Controllo del vicinato residenziale, per quasi mille e duecento...

I bambini dell’Associazione Jasmine presentano un viaggio musicale tra le “Favole al telefono” di Rodari

Avrà inizio sabato 24 Aprile, dalle 17 alle 18, il primo appuntamento organizzato dall’Associazione culturale e solidale Jasmine di Legnano, ponte tra diverse culture...

Orrore e ancora orrore in una casa di riposo: anziani maltrattati e vessati. Sette persone arrestate

E’ successo questa mattina, martedì 13 aprile, nelle province di Varese, Milano e Monza: i Carabinieri della Compagnia di Busto Arsizio, con il supporto...

E’ Paolo Viganò il nuovo referente Covid della rsa Sant’Erasmo di Legnano

Paolo Viganò è il nuovo “Referente Covid” della rsa Sant’Erasmo, a Legnano. Viganò ha ricoperto sino al 31 gennaio scorso il ruolo di primo...