domenica, 25 Settembre 2022

RHO – Il Sindaco si affida al buon senso e consiglia di non usare i botti nelle Feste

(Immagine di repertorio)

Scegliamo un Natale e un Capodanno in sicurezza senza botti e fuochi d’artificio: questo l’appello del Sindaco di Rho, che invita i cittadini rhodensi a non utilizzare artifici pirotecnici al fine di tutelare persone, animali e ambiente.

Durante il periodo natalizio è diffuso l’utilizzo di petardi, botti e fuochi d’artificio sul territorio comunale di Rho nei luoghi pubblici e aperti al pubblico. Purtroppo ogni anno si registrano incidenti più o meno gravi, che a volte comportano danni irreparabili alle persone (consumatori o addetti ai lavori). Sono inoltre causa di morte, ferimenti e traumi per cani, gatti, animali domestici ed uccelli.

Il Sindaco di Rho, Pietro Romano, si rivolge ai cittadini con un appello, invece di emettere un’ordinanza di divieto, confidando nel buon senso della popolazione:

“Scegliamo di trascorrere il Natale e il Capodanno sicuri senza scoppio di petardi, botti e fuochi d’artificio. Invito quindi tutti i cittadini a non utilizzarli ed a pensare all’incolumità pubblica, alla sicurezza urbana, alla protezione del patrimonio pubblico e privato e, non ultimi, agli animali sul nostro territorio. I botti di fine anno inoltre contribuiscono all’inquinamento atmosferico e acustico. Il loro uso produce in un tempo molto breve un carico di polveri sottili, che può superare di oltre 8 volte il valore limite di legge andando ad aggravare una situazione già critica. Non ho emesso alcuna ordinanza di divieto, perché sarebbe impossibile il controllo, preferisco affidarmi al senso di responsabilità ed alla sensibilità di ciascuno di Voi.”

Per maggiori informazioni sul corretto comportamento da osservare per non incorrere in spiacevoli incidenti, si segnalano i siti della Polizia di Stato e del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco:

https://www.poliziadistato.it/articolo/31399

https://www.vigilfuoco.it/aspx/page.aspx?IdPage=3755

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI