mercoledì, 29 Maggio 2024

Reddito di cittadinanza: i Carabinieri denunciano a Catania trecento precettori indebiti

Un danno all’erario quantificato in più di 1 milione e 300mila euro è il bilancio della maxi truffa scoperta nelle scorse ore a Catania, dove i Carabinieri del Comando provinciale hanno denunciato poco meno di trecento persone (267) che hanno percepito finora indebitamente il Reddito di cittadinanza.

I militari dell’Arma hanno avviato tempo fa delle indagini, in seguito a dei controlli nei confronti della situazione redittuale di alcuni soggetti, dei quali oggi è stata fatta chiarezza su false attestazioni in merito ai propri redditi e alla composizione dei propri nuclei familiari. Il tutto per ottenere il Reddito.

Insieme ai funzionari dell’INPS è stato scoperto, tra i casi più clamorosi, che alcuni extra comunitari erano riusciti ad ottenere ed incassare regolarmente il sussidio pur residendo all’estero da almeno dieci anni. Un 44enne di Gravia di Catania è riuscito ad ottenere persino la maggiorazione degli aiuti dichiarando di pagare un affitto mensile di 500 euro, per un casa dove al contrario l’affitto non è stato mai pagato. Tra coloro che sono riusciti a frodare le casse dello Stato anche pregiudicati per rapina, estorsione, riciclaggio, traffici di droga ed immigrazione clandestina.

L’area del Catanese è già finita più volte nel mirino dei controlli dei Carabinieri proprio per l’erogazione del Reddito di cittadinanza, scoprendo anche negli anni scorsi più di seicento casi di precettori indebiti, per un danno complessivo allo Stato di circa 5 milioni di euro.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings