Quando scarti e macerie minano l’agricoltura biologica

Vernici e solventi vicini al campo rom di via Vaiano Valle (Foto di L. Biasi)

Succede nella periferia sud di Milano: da ormai più di tre mesi si stanno accumulando rifiuti e scarti di ogni genere, intorno al campo nomadi di via Vaiano Valle.

Come riferiscono alcuni residenti della zona, preoccupati perché tali scarti potrebbero essere anche pericolosi, un lotto di verde prospicente il campo è stato riempito di macerie e materiali vari. E essendo esaurito lo spazio libero, qualcuno ha cominciato a riempire i fossi lungo la via Vaiano Valle, proprio là dove stanno sorgendo numerosi progetti di agricoltura biologica.

A peggiorare la situazione, favorendo il degrado, è il fatto che la via al momento è chiusa per i lavori della MM, la metropolitana milanese, proprio all’altezza del campo e, dato che il traffico è stato deviato, la zona è diventata “la discarica personale del campo dei rom”, come sotto gli occhi di tutti.

Per sensibilizzare al disagio della zona, e per sollecitare ad una sua risoluzione, una comunicazione è stata inviata anche al sindaco Giuseppe Sala e ad altri rappresentanti del Comune di Milano.

print