domenica, 25 Febbraio 2024

Quando anche i genitori del figlio maschio omicida chiedono aiuto psicologico

(Foto da web)

E’ successo nelle scorse ore: mentre Filippo Turetta, il 22enne accusato dell’omicidio della ex fidanzata Giulia Cecchettin, coetanea, è nel carcere di Montorio, a Verona, i suoi genitori avrebbero rinunciato ad incontrarlo, dopo averne ottenuto il permesso.

Secondo fonti vicine alla vicenda, la coppia non si è recata al colloquio stabilito con il figlio, insieme all’avvocato Caruso. Troppo dolore.

A quanto sembra, la madre e il padre di Filippo hanno chiesto ancora del tempo, in cui faranno ricorso ad un aiuto psicologico, per se stessi e per il figlio, che ha di fatto confessato il proprio delitto, mentre proseguono le indagini e gli accertamenti del caso.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI