Cerca
Close this search box.
giovedì, 25 Luglio 2024
giovedì, 25 Luglio 2024
Cerca
Close this search box.

PROVINCIA DI MILANO – VIOLENZA DI GENERE: 3 UOMINI TRATTI IN ARRESTO

(Foto da web)

Milano come Settimo Milanese (MI) e Rescaldina (MI). Queste le località nelle quali i Carabinieri del Comando Provinciale di Milano ieri hanno tratto in arresto due stranieri pregiudicati e un italiano incensurato, portando a conclusione tre distinte operazioni di servizio. Ciò che accumuna gli arrestati è l’aver fatto ricorso alla violenza nei confronti di altrettante donne.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti nel capoluogo meneghino, in via Teramo, dove una 49enne italiana, nel corso di una lite per motivi di gelosia, è stata percossa e minacciata dal convivente, un 43enne romeno. Nel corso del litigio, il malfattore ha anche danneggiato mobilio e suppellettili. Dalle dichiarazioni della vittima è emerso che il compagno, con un passato violento, non era nuovo a tali episodi. Dovrà quindi rispondere di maltrattamenti in famiglia e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, in quanto, nell’abitazione coltivava una pianta di canapa indiana.

I militari della Compagnia di Milano – Porta Magenta hanno bloccato a Settimo Milanese, un 27enne albanese con precedenti, dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale del capoluogo. Il provvedimento è scaturito dalle indagini condotte dai Carabinieri, che hanno fatto emergere la responsabilità del giovane per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate, perpetrati tra la fine dell’anno scorso e l’inizio del mese in corso, ai danni della compagna, una coetanea italiana di Milano.

I militari della Compagnia di Legnano (MI), a Rescaldina, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 52enne italiano, sorpreso mentre si era appostato nei pressi dell’abitazione dell’ex-moglie, un’italiana 48enne, dopo averla pedinata e molestata telefonicamente durante tutta la giornata. L’uomo, già destinatario di un provvedimento di divieto di avvicinamento e comunicazione con la donna, disposto dal Tribunale di Busto Arsizio (VA), dovrà rispondere di atti persecutori.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings