lunedì, 15 Agosto 2022

PROVINCIA DI MILANO – VIOLENZA DI GENERE: 3 UOMINI TRATTI IN ARRESTO

(Foto da web)

Milano come Settimo Milanese (MI) e Rescaldina (MI). Queste le località nelle quali i Carabinieri del Comando Provinciale di Milano ieri hanno tratto in arresto due stranieri pregiudicati e un italiano incensurato, portando a conclusione tre distinte operazioni di servizio. Ciò che accumuna gli arrestati è l’aver fatto ricorso alla violenza nei confronti di altrettante donne.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti nel capoluogo meneghino, in via Teramo, dove una 49enne italiana, nel corso di una lite per motivi di gelosia, è stata percossa e minacciata dal convivente, un 43enne romeno. Nel corso del litigio, il malfattore ha anche danneggiato mobilio e suppellettili. Dalle dichiarazioni della vittima è emerso che il compagno, con un passato violento, non era nuovo a tali episodi. Dovrà quindi rispondere di maltrattamenti in famiglia e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, in quanto, nell’abitazione coltivava una pianta di canapa indiana.

I militari della Compagnia di Milano – Porta Magenta hanno bloccato a Settimo Milanese, un 27enne albanese con precedenti, dando esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale del capoluogo. Il provvedimento è scaturito dalle indagini condotte dai Carabinieri, che hanno fatto emergere la responsabilità del giovane per i reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate, perpetrati tra la fine dell’anno scorso e l’inizio del mese in corso, ai danni della compagna, una coetanea italiana di Milano.

I militari della Compagnia di Legnano (MI), a Rescaldina, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 52enne italiano, sorpreso mentre si era appostato nei pressi dell’abitazione dell’ex-moglie, un’italiana 48enne, dopo averla pedinata e molestata telefonicamente durante tutta la giornata. L’uomo, già destinatario di un provvedimento di divieto di avvicinamento e comunicazione con la donna, disposto dal Tribunale di Busto Arsizio (VA), dovrà rispondere di atti persecutori.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI