6.9 C
Comune di Legnano
venerdì 26 Febbraio 2021

PROVINCIA DI MILANO – Furti nei cimiteri: arrestate tre persone e recuperati diversi manufatti

Ti potrebbe interessare

I Servizi demografici ampliano l’orario di apertura a Busto Arsizio

I Servizi Demografici ampliano l’orario di apertura al pubblico, a Busto Arsizio: sia la sede centrale in via Fratelli d’Italia 12, sia l'Ufficio distaccato...

Il mondo delle palestre e delle piscine in piazza a Milano per chiedere la riapertura in sicurezza

Si è svolta nelle scorse ore a Milano, in corso Monforte, una protesta organizzata dai titolari e dai gestori delle palestre e delle piscine,...

I sangiorgesi invitati a scrivere sul libro di presentazione del 64esimo Campaccio

L’invito arriva dal sindaco di San Giorgio su Legnano, Walter Cecchin, ai suoi concittadini: scrivere un pensiero dedicato all’evento sportivo del Campaccio, che sarà...

Giornata delle Malattie rare: le fontane si accendono di blu a Legnano

Il Comune di Legnano colorerà di blu la fontana di piazza San Magno, lo specchio d’acqua di piazza del Popolo e la fontana di...

Come riporta l’ANSA Lombardia, i Carabinieri di Milano, impegnati anche nel contrastare il fenomeno dei furti nei cimiteri nelle province di Milano e Monza, hanno arrestato tre ladri, recuperato 70 statue e oltre 30 quintali di manufatti in bronzo, pronti per essere fusi. I militari della Compagnia di Corsico hanno notato un furgone Renault Master a Buccinasco e hanno deciso di controllarlo. L’uomo fermato, un romeno, era alla guida di un veicolo rubato a Milano e i Carabinieri, dopo opportuni controlli, sono arrivati a una ditta di metalli e recupero di rottame, nella quale sono state trovate 60 statue di bronzo, immagini sacre e funerarie. Il romeno e il titolare della ditta, un italiano, sono stati arrestati. A Bollate, i militari hanno arrestato un italiano, incensurato, che è stato sorpreso dal custode di un cimitero mentre tentava di allontanarsi con vasi in ottone e rame e lumi funerari divelti dalle tombe. Altre due sculture di bronzo e un quintale di cavi di rame sono stati trovati in casa sua. Anch’egli è stato arrestato.
La piaga dei furti nei cimiteri non accenna a diminuire: sono arrivate segnalazioni anche dal Campo Santo di Parabiago e da altri luoghi sacri dell’Altomilanese. In alcuni casi, cosa ancora piu’ triste, a volte a sparire sono solo i fiori o piccoli oggetti dei parenti dei defunti.

Articoli correlati