lunedì, 24 Gennaio 2022

Possono riaprire le pasticcerie Paganini: tolti i sigilli

Succede a Busto Arsizio: la Procura che aveva imposto lo scorso 24 ottobre la chiusura delle due pasticcerie Paganini, ben note in città, ha dato mandato di togliere i sigilli, così i titolari potranno riprendere la loro attività.

Tutto alla luce del fatto che gli stessi hanno fatto richiesta di oblazione, e dovranno versare 38mila euro per “saldare il conto” con le contestazioni amministrative, sollevate nei loro confronti il mese scorso.

Come da più fonti, i titolari dei due negozi di dolci hanno già versato 12mila euro per quietanza, in risposta all’accusa di non aver sottoposto i dipendenti alle visite mediche specialistiche, previste dalla legge, e non provveduto alla loro formazione professionale richiesta dalle normative. Ancora al vaglio la questione degli stipendi ai dipendenti non corrispondenti ai contratti, nonché degli orari di lavoro. Sembra che i titolari abbiano spesso approfittato dello stato di necessità dei loro dipendenti per aumentare i loro turni, senza un adeguato riconoscimento economico.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI