Pioltello – A sera il bilancio della tragedia ferroviaria: adesso si conoscono i nomi delle vittime

Treno deragliato a Pioltello alto
Il treno deragliato a Pioltello in una veduta aerea

Sono tre donne le vittime identificate nel corso della giornata, caratterizzata anche per chi fa informazione dalla concitazione del rimbalzare delle notizie, che hanno perso la vita nel deragliamento del treno regionale proveniente da Cremona, avvenuto questa mattina a Pioltello.

Giuseppina Pirri di 39 anni, Pierangela Tadini di 51 e Ida Maddalena Milanese di 62 sono le tre donne che non ce l’hanno fatta, nell’incidente ferroviario.

Nel bilancio che si spera possa considerarsi definitivo, a loro si sommano i quarantasei feriti, tra i quali cinque ricoverati in codice rosso, otto in codice giallo e gli altri trentatré in codice verde, feriti lievemente ma sotto choc, tanto da aver avuto bisogno di supporto psicologico.

La tragedia è stata provocata, ormai quasi certamente, dal cedimento strutturale di un tratto di binario, lungo una ventina di centimetri. Impossibile per il convoglio non scivolare oltre, finendo in parte fuori dai binari, con due carrozze che, impattando i piloni della corrente elettrica, si sono accartocciate.

Attimi di panico, vite spezzate, l’incredulità di chi ne è uscito vivo, l’angoscia dei familiari: questa la giornata, mentre è stato disposto il sequestro della scatola nera del treno, che aiuterà a fare chiarezza sull’accaduto.

print