22 C
Comune di Legnano
mercoledì 16 Giugno 2021

PARABIAGO – Ordinanza per i lavori al Liceo Cavalleri

Ti potrebbe interessare

San Vittore Olona si prepara al suo “Mulino Day” 2021

Ritorna il "Mulino Day", a San Vittore Olona: il fine settimana dedicato alla valorizzazione dei mulini del territorio, simbolo di storia, natura, tradizioni agroalimentari, cultura popolare. Il “Mulino...

Cinema, musica, teatro, cabaret, fotografia: ecco il programma di “Estate Viscontea 2021”

E’ stato presentato questa mattina, martedì 15 giugno, il programma dell’iniziativa denominata “Estate Viscontea 2021”, la rassegna di eventi culturali promossa dal Comune di...

Paura sul treno Milano Centrale – Taranto: va a fuoco il locomotore

E’ successo questa mattina, martedì 15 giugno, poco dopo le 7: un principio di incendio si è sviluppato nel locomotore del treno Intercity 605,...

Via libera ai lavori alla funivia di Monteviasco

Come confermato dal sindaco di Curiglia con Monteviasco, Nora Sahnane, l'Ustif, Ufficio speciale trasporti a impianti fissi, ha dato il nulla osta a procedere...

Come si legge sul sito ufficiale del Sindaco di Parabiago, Raffaele Cucchi, il sopralluogo effettuato sabato 6 febbraio presso il cantiere del Liceo Cavalleri insieme alla Senatrice Laura Bignami, al consigliere regionale Carolina Toia e al Preside Luciano Bagnato, ha spinto il primo cittadino ad emettere un’ordinanza nei confronti della Città Metropolitana chiedendo con urgenza la messa in sicurezza del cantiere stesso. Le condizioni in cui è lasciata l’area del cantiere, infatti, mettono a rischio l’incolumità degli studenti che, utilizzando gli spazi esterni dell’Istituto, facilmente potrebbero farsi male per l’evidente stato di degrado e abbandono: cesate divelte, materiali edili abbandonati, aree non opportunamente delimitate, ecc…
“Durante il sopralluogo di sabato abbiamo accertato lo stato di degrado in cui è lasciato il cantiere”, – dichiara il Sindaco Raffaele Cucchi -, “perciò, oltre al danno di non veder mai finiti i lavori iniziati nel lontano 2001, ora anche la beffa e la mancanza di messa in sicurezza dell’area interessata dai lavori. Comprendo la necessità di razionalizzare le risorse pubbliche, ma mettere a rischio l’incolumità dei ragazzi, questo no… occorre che la Città Metropolitana intervenga con urgenza per la sicurezza degli studenti.”.
Con l’ordinanza emessa il 1 febbraio 2016, dopo un ulteriore sopralluogo da parte dell’Ufficio Tecnico comunale, l’Amministrazione parabiaghese chiede con fermezza al Sindaco di Milano Pisapia di provvedere immediatamente alla messa in sicurezza dell’immobile e delle aree di pertinenza relative all’edificio in costruzione e di delimitare l’area e l’immobile con apposite transenne a norma di legge per interdire l’ingresso all’area di cantiere a chiunque non fosse autorizzato.
E venendo, invece, alla questione della fine lavori, il sopralluogo di sabato scorso aveva semplicemente la finalità di verificare lo stato dei lavori che servono per terminare le ultime aule in modo da poterle consegnare in tempo utile ad accogliere le nuove iscrizioni scolastiche (anno 2016/2017). E’ evidente che per ultimare i lavori, manca davvero poco (mettere le porte, i sanitari, terminare il cablaggio delle prese elettriche e poco altro)… basterebbero cinque mesi di lavoro.
“Comprendo anche che la Città Metropolitana si trovi a gestire più di una cantiere aperto nelle scuole della provincia”, -puntualizza Cucchi -, “ma mi domando il perché abbia scelto di investire e portare avanti i lavori dei cantieri scolastici nuovi (scuola superiore alberghiera di nuova costruzione a Cornaredo) dove non c’è ancora la presenza degli studenti, anziché dare priorità a quei cantieri che convivono già con i ragazzi come nel caso di Parabiago… forse la logica risiede nell’agevolare le amministrazioni governate dal centro sinistra?”.
E conclude: “Ringrazio la senatrice Bignami e il consigliere regionale Toia per essere tornate sull’argomento e per essersi aggiunte alla voce dei nostri cittadini e della nostra amministrazione che da 15 anni chiede, prima alla Provincia e ora alla Città Metropolitana, di dare risposte concrete e senza più tergiversare… speriamo che alzando la voce si arrivi al dunque in fretta!”.
Al seguente link la cronistoria fino all’anno 2011:

https://www.cucchi.org/ampliamento_liceo_Cavalleri.html

Passaggi successivi:

Nel 2014 con la Giunta Provinciale Podestà e l’Assessore Marina Lazzati sono stati consegnate le aule che erano necessarie per accorpare tutte le classi del Liceo presso la struttura di Parabiago (spostandole dalla sede distaccata di Canegrate)
Dopo la chiusura della Provincia e con l’avvento della Città Metropolitana, il destino dell’ampliamento è stato un vero calvario: da quando il Sindaco Cucchi si è insediato ha incontrato il nuovo consigliere delegato, il quale aveva garantito la ripresa dei lavori a settembre 2015, ma è stato un continuo rinvio fino ad oggi.

Articoli correlati

Impianti fotovoltaici: Parabiago ottiene 160mila euro da Regione Lombardia

L’Amministrazione Comunale si è aggiudicata sette finanziamenti regionali su sette progetti presentati al “Bando AxEL – Contributi per impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo...

Oltraggio alla città di Parabiago: duri i commenti al furto sulla tomba di Libero Ferrario

“La tomba di Libero Ferrario è stata profanata: si tratta di un fatto ignobile e ingiustificabile. Entrando nel cimitero probabilmente di notte, hanno asportato...

Parabiago per la ripresa e il rilancio del territorio

Il lavoro per la ripresa e il rilancio del territorio prosegue con impegno e con il supporto di tanti. Lo conferma il sindaco di...

Parabiago festeggia i vincitori del concorso di Rigenerazione Urbana

La Triennale di Milano ha reso noto, nelle scorso ore, il risultato finale del concorso di idee “Rigenerazione Urbana”, un progetto intrapreso dall'Amministrazione comunale...

La biblioteca comunale di Parabiago compie 50 anni

Cambiano le modalità, ma la cultura non si ferma: 1970 – 2020, la Biblioteca Civica di Parabiago compie cinquant’anni. E per l’occasione, è stato realizzato...