Parabiago – Multe illegittime prosegue la protesta

E’ andata avanti anche ieri la raccolta di firme per la rimozione del Photored sul Sempione a San Lorenzo, con un gazebo informativo sistemato in mattinata a Villastanza.

I sostenitori dell’illegittimità dell’impianto proseguono nella raccolta di adesioni da parte di cittadini che, come loro, considerano quel “semaforo intelligente” una macchina per fare soldi, con quattromila infrazioni registrate in meno di cinque mesi.

Come spiegano i cittadini volontari impegnati nella protesta, la Corte di Cassazione ha stabilito che, se manca la delibera di autorizzazione della giunta comunale, all’installazione di un photored, le contravvenzioni sono da considerarsi illegittime; e a Parabiago sembra essere andata così.

In tanti a firmare per dire sì alla sicurezza, no a chi passa con il rosso, ma che quel dispositivo sia regolare.

print