lunedì, 15 Agosto 2022

PARABIAGO – 750mila euro per l’asfaltatura delle strade cittadine: come si procedera’

Come si legge sul sito del sindaco di Parabiago Raffaele Cucchi, la scorsa settimana la giunta comunale ha approvato il piano degli interventi di manutenzione strade e marciapiedi per il prossimo anno. La novità su questo fronte è che l’accordo quadro approvato dall’amministrazione comunale prevede di individuare, attraverso una procedura concorsuale pubblica, un operatore economico accorpando due tipi differenti di intervento: la manutenzione di strade e marciapiedi e l’abbattimento delle barriere architettoniche (progetto ‘Una città per tutti’).
Questo permetterà al comune di seguire una procedura di affidamento dei lavori che garantisca una maggior flessibilità nello stabilire le priorità degli interventi, oltre a consentire l’utilizzo dell’intero importo previsto in bilancio per un totale di 750mila euro.
“Non tutte le strade hanno bisogno degli stessi interventi”, – dichiara l’Assessore Dario Quieti -, “alcune situazioni sono più urgenti di altre e anche più costose. Per rendere, quindi, più veloci ed efficienti gli interventi di risanamento, abbiamo accorpato due capitoli che riguardano rispettivamente la manutenzione del manto stradale e l’abbattimento delle barriere architettoniche. Non solo, ma l’importo di 750mila euro che abbiamo previsto in bilancio verrà utilizzato nella sua totalità garantendo in questo modo la possibilità di eseguire un maggior numero di asfaltature in quanto la somma oggetto del ribasso d’asta sarà comunque impiegata all’interno delle somme a disposizione per la sistemazione delle strade cittadine.”.
In sintesi ciò che cambia rispetto al passato è che attraverso questo tipo di bando d’asta pubblica l’operatore realizzerà tanti metri di asfaltatura fino a coprire la spesa totale prevista di 750mila euro, in quanto lo sconto sarà proposto sul prezzo delle singole lavorazioni e non sull’opera nella sua complessità, ottenendo così, oltre allo sconto per effetto del ribasso d’asta, la realizzazione di metri di strade asfaltate in più. La differenza con il passato consiste nel non vincolare lo sconto ad un progetto definito e ben preciso che comportava di fatto l’accantonamento delle somme risultanti dal ribasso d’asta che non potevano essere poi immediatamente reimpiegate a causa delle nuove norme di finanza pubblica.
“Il risanamento delle strade è una mission per la nostra amministrazione”, – dichiara il Sindaco Raffaele Cucchi -, “perché se ho a disposizione 750mila euro per asfaltare le strade devo poterle spendere tutte. In passato succedeva che si mettevano in bilancio 750mila euro, ma di fatto se ne spendevano 500mila per effetto del ribasso d’asta e la differenza non era più utilizzabile per ulteriori interventi. Utilizzando il metodo dell’accordo quadro, invece, abbiamo la possibilità di spendere integralmente le somme che l’amministrazione comunale mette a disposizione. Questo secondo noi si chiama efficienza perché se abbiamo a disposizione 750mila euro derivanti dalle tasse pagate dai nostri concittadini, abbiamo l’obbligo morale di spenderli integralmente nella manutenzione strade poiché è quello che i cittadini ci chiedono.”

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI