martedì, 7 Febbraio 2023

On line da oggi il nuovo bando per sostituire i veicoli inquinanti in Lombardia

(Foto da Regione Lombardia)

E’ disponibile da oggi, giovedì 17 giugno, on line, il nuovo bando da 30 milioni di euro messi a disposizione da Regione Lombardia, per la sostituzione dei veicoli inquinanti.

Il nuovo bando segue quello di febbraio scorso, da 18 milioni di euro, approvato nelle scorse ore dalla giunta regionale.

Il provvedimento, come è stato spiegato dal presidente regionale Attilio Fontana e dall’assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, vuole rispondere al problema dell’inquinamento con un approccio mirato e ragionato, per il miglioramento della qualità dell’aria partendo dalla rottamazione degli autoveicoli più inquinanti.

“La Regione sta incrementando le iniziative in modo multidisciplinare per combattere l’inquinamento con metodicità. Un impegno che va necessariamente in ogni direzione. Per farlo occorre anche essere innovativi: per questo puntiamo anche sulla ricerca nei centri specializzati e nelle università, sostenendo le loro azioni”, spiega Fontana.

“Guardiamo al miglioramento della qualità dell’aria per rispondere alle esigenze dei cittadini. In attuazione del Piano regionale degli interventi per la PRIA, la qualità dell’aria, e dell’Accordo di bacino padano 2017″, commenta Cattaneo.

Come spiegato in Regione, sono stati anticipati 18 milioni di euro destinati al 2022, ed integrati con altri 12, per un totale di 30 milioni per incentivare da subito l’acquisto di veicoli a bassissime o zero emissioni, ed aiutare a svecchiare e rinnovare il parco auto circolante. Tutto anche ripensando al successo dello scorso bando: le risorse messe a disposizione sono state esaurite in un giorno, con più di tremila cittadini beneficiati. Segno dell’interesse in Lombardia verso la problematica ambientale.

La Regione sta cercando partner per avviare azioni multidisciplinari per favorire azioni contro l’inquinamento, come università e centri di ricerca.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI