lunedì, 22 Aprile 2024

Notte di paura all’ospedale di Busto Arsizio

L'ospedale di Busto Arsizio (Foto da web)

Ore interminabili in balia di un diciannovenne, ricoverato nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Busto Arsizio, la notte tra giovedì 10 e venerdì 11 novembre.

Il giovane, senza fissa dimora, disoccupato e pluripregiudicato, si è reso colpevole di alcuni reati, in preda ad uno stato violento e confusionale.

Il ragazzo, temporaneamente ricoverato nel reparto di psichiatria, come risulta da accertamenti univoci e concordanti, ha violentato una paziente di 35 anni, ricoverata nello stesso reparto, incapace di intendere e di volere, quindi ha colpito al volto un’infermiera intervenuta per difendere la donna, appiccando poi un incendio nella stanza di un’altra degente 50enne, che è rimasta ferita ad una gamba.

Dopo aver aggredito la guardia giurata accorsa nel reparto, ed assalito i Carabinieri del nucleo operativo radiomobile, il giovane è stato fermato, giudicato in stato di forte alterazione, quindi accompagnato alla Casa Circondariale di Busto Arsizio a diposizione dell’autorità giudiziaria.

I Vigili del Fuoco di Busto Arsizio hanno domato l’incendio.

Il reparto di psichiatria è stato temporaneamente dichiarato inagibile e i pazienti ricoverati, una dozzina di persone, sono stati trasferiti nelle strutture sanitarie di Gallarate e Saronno.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI