“Non lasciarci in balia della tempesta”: il Papa prega per la fine della pandemia

E’ durata circa un’ora la preghiera di Papa Francesco svoltasi ieri, nel tardo pomeriggio, in piazza San Pietro. Una piazza deserta in cui si è mosso soltanto il Papa, sul sagrato, sotto una pioggia battente per pregare contro la pandemia.

Nel silenzio della piazza, rotto soltanto dal rumore della pioggia scrosciante e delle sirene di alcune ambulanze di passaggio, il Pontefice ha impartito la benedizione universale straordinaria “Urbi et Orbi”.

“Siamo stati presi alla sprovvista da una tempesta, tutti fragili e disorientati, siamo sulla stessa barca e remiamo insieme. Siamo partiti a tutta velocità, sentendoci forti e capaci di tutto. Ci siamo lasciati frastornare dalla fretta”, ha detto il Papa, pregando per i malati e i moribondi, ma anche per i medici, gli infermieri, le Forze dell’ordine e i volontari, i politici.

“Nessuno si salva da solo”.

print