Non ce l’ha fatta il giardiniere di Berlusconi

Villa Gernetto (Foto Repubblica)

E’ morto ieri sera al San Raffaele di Milano il giardiniere che ieri era caduto mentre potava un albero a Lesmo, all’interno del parco di Villa Gernetto, di proprietà di Silvio Berlusconi.

Le condizioni dell’uomo, trasportato al Pronto soccorso in elicottero, sono state giudicate subito molto gravi, perché dopo la caduta dall’albero l’operaio ha avuto un arresto cardiaco.

Era Marco Pastore, di 29 anni, che lascia una moglie e un bambino di cinque anni.

Stando a dei primi rilievi, il giovane giardiniere è caduto da circa quindici metri di altezza, e sembra per il cedimento della pianta su cui stava lavorando.

L’operaio era impegnato in questi giorni a Villa Gernetto per conto dell’azienda di famiglia, “Il giardino del vicino”.

Ogni tentativo di rianimazione è risultato purtroppo inutile.

print