7.3 C
Comune di Legnano
martedì 20 Aprile 2021

NATALE – I giochi di societa’ allenano il cervello!

Ti potrebbe interessare

Nuovi servizi al cittadino con le nuove app del Comune di Busto Arsizio

Anche il Comune di Busto Arsizio ha sviluppato un percorso di innovazione con l'attivazione delle nuove “APP Municipium” e “APP-IO”, presentate nelle scorse ore...

Una correlazione tra inquinamento e Covid-19?

Si terrà mercoledì 21 aprile alle 21 una serata di confronto in videoconferenza, organizzata dalle liste civiche legnanesi “Insieme per Legnano” e Lombardi Civici...

Legnano chiude l’accesso alla via della scuola “Don Milani” in nome della partecipazione

E’ il sindaco di Legnano, Lorenzo Radice, ad annunciare in questi giorni la partenza a breve del “Bilancio tour”, un giro della giunta per...

Un milione di euro di multa alla Poltronesofà Spa per pubblicità ingannevole

Si conclude in questi giorni con una sanzione da 1 milione di euro, la vicenda della nota azienda produttrice di divani, Poltronesofà Spa, che...

Nelle feste di Natale un gioco di società è sempre un buon motivo per mettere tutti intorno ad un tavolo. Una tombolata in famiglia o le gare appassionate fra amici con i grandi classici dei giochi di società, sono delle scene tipiche nei salotti degli italiani a Natale. Ma quanti giocatori sanno che oltre al divertimento questi giochi sono alleati del benessere del loro cervello?
I giochi da tavolo rafforzano la memoria, aguzzano l’ingegno e stimolano l’intuito degli sfidanti, a tutte le età. Basta vederlo nei bambini: giocare, divertirsi e imparare sono spesso due facce della stessa medaglia. Una ricerca del 2013 del Boston College (Stati Uniti) ha visto come i giochi da tavolo in età prescolare contribuissero a far sviluppare la capacità di far di conto dei piccoli. Il modo in cui i bambini “contavano” e muovevano le pedine sul tabellone erano legati proprio alle acquisizioni nell’abilità di calcolo.
«Il gioco, in tutte le sue forme, è un eccezionale “mental training”. Pensiamo solo a quanto è importante il gioco per la corretta maturazione del cervello dei bambini. Numerosi studi scientifici hanno evidenziato come il gioco sia in grado di aumentare le capacità di pianificazione, memoria, attenzione e ragionamento. Durante il gioco, a qualsiasi età, si apprendono nuove regole, nuove informazioni e nuove “forme” mentali», risponde la dottoressa Elisabetta Menna, ricercatrice di Humanitas e dell’Istituto di Neuroscienze del Cnr.
Giochi da tavolo come “brain games”, giochi per il cervello
Dall’infanzia alla terza età cambiano i giochi ma non le finalità. Dai giochi con le carte alla tombola, spesso sono le persone anziane a tenere banco nelle tavolate festanti di Natale. Anche per loro questi passatempi sono un toccasana per il cervello. Grazie all’apprendimento di nuove regole, alla ideazione a alla messa in atto di strategie e all’intuizione, i giochi da tavolo diventano dei veri e propri “brain games”, dei giochi per il cervello.
Ecco le abilità che si consolidano con i giochi da tavolo, messe in fila dalla dottoressa Menna. 6 buoni motivi per allenare il cervello a Natale:
– la memoria, soprattutto quella a breve termine, chiamata “memoria di lavoro”, che utilizziamo per esempio nel gioco della tombola o delle carte per poter ricordare i numeri mancanti e coglierli rapidamente quando vengono estratti, ma anche per ricordare un numero di telefono mentre lo stiamo digitando
– la capacità di mantenere la concentrazione per non perdere i numeri, la concentrazione è uno dei requisiti essenziali per il buon funzionamento cognitivo
– la memoria verbale e quella visiva, per mantenere attivi gli schemi di gioco e prevedere le mosse successive
– la pianificazione e il ragionamento, per trovare la strategia migliore per avanzare nel gioco verso il miglior risultato
– è stato osservato che i giochi da tavolo, compresi quelli con le carte, ma con più di due giocatori, arricchiscono le reti neurali, ovvero i legami tra le cellule, e stimolano i neuroni a prendere contatti tra loro, accrescendo importanti “riserve” del cervello, cioè aumentando il numero di sinapsi (i punti di contatto tra cellule nervose attraverso cui passa l’informazione) e migliorando la loro funzionalità.
– i giochi di società promuovono un aspetto fondamentale per la salute mentale: la socializzazione tra le persone. A questo proposito, numerosi studi scientifici confermano che le persone che hanno una ricca rete sociale mantengono attive più a lungo funzioni cognitive, come il linguaggio, la memoria e il ragionamento, e rischiano meno di incorrere in malattie neurodegenerative, tipo la malattia di Alzheimer.

FONTE: Humanitasalute.it

Articoli correlati

2016 – I consigli per ripartire di slancio con l’anno nuovo!

Tre buoni propositi per ripartire in salute con il nuovo anno, semplici e raggiungibili, che non siano solo semplici dichiarazioni d’intenti ma delle costanti...

NATALE – Tutto quello che c’e’ da sapere sul re della tavola, il panettone!

Il panettone, anche un po’ per la sua caratteristica forma cilindrica, svetta sulle tavole delle feste di Natale. Originario di Milano, il panettone ha...

REGALI DI NATALE – Attenzione all’acne… ‘da sciarpa’

Sciarpe, maglioni girocollo o a collo alto: ecco i principali responsabili del cosiddetto “acne da sciarpa”. Sono proprio questi fra i regali più gettonati...