martedì, 29 Novembre 2022

Narciso entra nel cast di Drag Race Italia

Drag Singer e Cantautore, diventato virale sul web la scorsa estate per il duetto fuori programma con Arisa, durante un concerto dell’artista lucana, Narciso entra a far parte del cast della seconda stagione di “Drag Race Italia”, come annunciato sui canali social del programma, in onda ad Ottobre su Discovery+.

Nella versione italiana del celebre reality americano ideato da RuPaul, Narciso, Drag Singer e Cantautore, sfiderà le altre nove Drag in gara per aggiudicarsi la corona di Italia’s Next Drag Superstar sotto gli occhi dei giudici PriscillaTommaso Zorzi Chiara Francini.

É un onore per me poter partecipare a Drag Race Italia. Siamo in un periodo storico in cui sento farsi sempre più strada la necessità di poter essere se stessi e comunicare le proprie idee senza per questo essere giudicati o etichettati. Narciso nasce come drag singer e cantautore per creare, attraverso la musica, quel safe place in cui tutte quelle persone che si sentono fuori posto, possano trovare il loro spazio di condivisione e sentirsi a casa. Entrare a far parte di questa meravigliosa famiglia mi da la possibilità di amplificare, come artista e performer, il mio messaggio di inclusività a 360 gradi”, commenta Narciso. 

Come si legge in una nota, lo stesso Narciso, che svelerà il suo nuovo progetto discografico nei prossimi mesi, si distingue nel mondo Drag per il suo stile androgino. Si esibisce dal vivo nei teatri con la sua voce graffiante e piena di sfumature, non indossa seni o parrucche e, per questo, si trova spesso a dover giustificare il suo modo di essere, proprio come capita ad ognuno, in qualsiasi ambiente o situazione della vita in cui ci sentiamo a disagio a causa dei giudizi altrui. Attraverso la musica Narciso riesce ad essere out of the box e diventare inclusivo e accessibile a chiunque voglia ascoltarlo, senza dover rinunciare alla sua anima retro tempestata di scintillanti glitter.

Narciso, nome d’arte di Stefano Rinaldi, Drag Singer e Cantautore, si affaccia al mondo dell’arte fin da piccolo iniziando a studiare danza e pianoforte dall’età di 4 anni. Crescendo si rende sempre più conto che il suo habitat naturale è il palcoscenico. Prendono, così, vita molteplici esperienze live con una band, un duo acustico e un coro gospel.

L’inclusività è sicuramente il tema più ricorrente nei testi delle sue canzoni, mezzo fondamentale per l’artista per dare voce a tutti quelli che non l’hanno mai avuta ed essere di ispirazione per chi, sentendosi inadeguato in un particolare ambito della propria vita, non ha il coraggio di esprimersi per ciò che veramente sente di essere.

 

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI