Cerca
Close this search box.
sabato, 13 Luglio 2024
sabato, 13 Luglio 2024
Cerca
Close this search box.

Museo dei Bambini a Legnano: per qualcuno è uno spreco da 5 milioni di euro

Un rendering del progetto

Il progetto presentato nei giorni scorsi da parte dell’Amministrazione comunale di Legnano, per la realizzazione di un Museo per i bambini, interamente dedicato al tema dell’acqua, è oggetto in queste ore di alcune riflessioni che ne mettono in risalto alcune “stonature”, per così dire. In particolare, è Franco Brumana, consigliere comunale all’opposizione (Movimento dei Cittadini), che interviene sulla questione, analizzando come tale progetto comporti soprattutto un’enormità di spesa, 5 milioni di euro, a fronte di uno scopo finale incerto, che potrebbe riservare anche parecchie delusioni.

Per meglio comprendere l’enormità della somma destinata, si può pensare che sarebbe occorsa una spesa minore per comprare i palazzi con tutti gli uffici della F. Tosi , venduti per circa 2 milioni, oltre alla meravigliosa e in buono stato villa Dell’Acqua – Bombelli con il suo parco, che ha una grande importanza architettonica, storica e identitaria della nostra città, essendo stata la residenza dei fratelli dell’Acqua fronteggiante il loro cotonificio. A un prezzo molto inferiore è stata poi venduta l’intera ex Manifattura”, scrive Brumana.

Il progetto del museo, secondo Brumana, è quello di “una sorta di aquafan con pretese didattiche, composto da un bar “per famiglie”, uno spazio dedicato ai bambini fino a tre anni , una sala definita “trame” dedicata alla narrazione , un ambiente per il gioco delle bolle, un “tube lab” per i tubi dell’acqua, una vasca di raccolta dell’acqua piovana, da rilasciare “in modo calmierato”, alcune installazioni dedicate al vapore acqueo, un book shop e una biglietteria per l’accesso a pagamento. Il museo sarà gestito, con la spesa annua prevista in 50 mila euro, quasi sicuramente da un’associazione che sarà ritenuta meritevole

Il fatto che gran parte della spesa sarà finanziato con fondi del PNRR e del ministero è irrilevante perché si tratterà comunque di fondi pubblici, che avrebbero potuto essere meglio impiegati per altri interventi di cui Legnano ha molto più bisogno”, si legge in una nota diffusa da Brumana.

Al denaro speso per un’opera considerata inutile, il consigliere associa anche un’altra considerazione, invitando i cittadini a riflettervi, dal sapore di una beffa: “I bambini legnanesi in attesa di diventare scienziati, tecnici ed economisti grazie alle esperienze sull’acqua offerte dal loro museo, questa estate troveranno chiusa la piscina e non avranno contatti con l’acqua per mancanza di fondi comunali”.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings