Muore un operaio nel tunnel della M4 sepolto sotto massi e detriti

Milano sotto choc ieri in serata: nel cantiere di piazza Tirana, dove si sta lavorando alla realizzazione della nuova linea metropolitana M4, all’improvviso un cedimento di massi e detriti ha investito un operaio, che è rimasto sepolto dal crollo a 18 metri di profondità.

Subito raggiunto e soccorso dai colleghi e dagli operatori sanitari del 118, quando è stato estratto dalla galleria il 42enne, Raffaele Ielpo, era già in arresto cardiaco e, trasportato d’urgenza all’ospedale San Carlo, non si è più ripreso.

Sul posto operano anche oggi i Carabinieri e i Vigili del fuoco per stabilire la dinamica di quanto accaduto. Aperto un fascicolo per omicidio colposo.

Il cantiere è stato posto sotto sequestro mentre, in segno di lutto, si fermano per un giorno a Milano tutti i cantieri della metropolitana.

print