sabato, 22 Gennaio 2022

Monteviasco isolata e raggiunta soltanto dai Carabinieri: una messa aspettando Natale

Con le difficoltà per raggiungere il borgo di montagna di Monteviasco, ormai isolato dal 12 novembre del 2018, giorno del tragico incidente in cui perse la vita il manutentore della funivia, Silvano Dellea, anche portare il conforto della santa messa è diventato difficile. Lo sanno bene i pochi abitanti che in ogni stagione dell’anno rimangono a vivere nelle loro case consentendo a Monteviasco di rimanere viva. I Carabinieri della Stazione di Dumenza, che periodicamente si recano in cima percorrendo la mulattiera di 1400 gradini, garantiscono il collegamento con la valle e, di tanto in tanto, si impegnano a portare farmaci e beni di prima necessità alle persone anziane. Così ieri, domenica 12 dicembre, per dare un po’ di conforto agli abitanti, ma anche ai tanti turisti che si trovano a passare una giornata di festa a quota mille metri, i Carabinieri della Compagnia di Luino con il loro capitano Alessandro Volpini ed il comandante della stazione di Dumenza, il luogotenente Giampaolo Paolocci, hanno coinvolto per l’occasione il loro cappellano militare del Comando Legione Lombardia, il cappuccino francescano Fra’ Cesare Bedognè, che ha celebrato a Monteviasco la messa natalizia.

Come si legge in una nota diffusa dall’Arma, dopo aver percorso la mulattiera, particolarmente impervia, viste le recenti nevicate, “il gruppo di Carabinieri è arrivato in cima accolto da tutti i residenti e dalla signora Lucia soprattutto, che ha ben provveduto a preparare la chiesa dei Santi Martino e Barnaba, abbellita per l’occasione dalla signora Lucia. Il Capitano Volpini ha poi fatto dono ad alcuni di loro del calendario storico dell’Arma dei Carabinieri del 2022, arricchito dei racconti di Carlo Lucarelli e sapientemente illustrati dai disegni del maestro Sandro Chia. In un momento dove le restrizioni che la pandemia impone a tutti, la messa di Natale ha rappresentato per gli abitanti di Monteviasco un momento per sentirsi meno isolati, sempre nel rispetto delle norme che la particolare esigenza impone”.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI