giovedì, 8 Dicembre 2022

Mobilità sostenibile: il caso Legnano al Ministero per la Transizione ecologica

È stato presentato questa mattina, mercoledì 22 giugno, al primo incontro del Tavolo Tecnico sul tema “Le azioni di mobilità sostenibile e la mobilità scolastica” tenutosi a Roma, nell’auditorium del Ministero per la Transizione ecologica, “L’Alto Milanese si muove bene”.

Come spiegato dal Comune, l’incontro è stato organizzato all’interno del progetto “CReIAMO PA – Competenze e Reti per l’Integrazione Ambientale e per il Miglioramento delle Organizzazioni della PA”, e Legnano è stato invitato quale capofila dei Comuni dell’Alto Milanese (Busto Garolfo, Canegrate, Dairago, San Giorgio su Legnano e Villa Cortese) per il progetto di mobilità sostenibile, ente locale rappresentato da Patrizia della Vedova, e da Maurizio di Fronzo, di Elaborazioni srl, la società che, con Poliste srl, si occupa del Piedibus.

Il caso di Legnano ha destato attenzione per la scelta, fatta con WeCity, la società benefit che si propone di generare un cambio comportamentale nelle aziende, nella pubbliche amministrazioni e nei cittadini, favorendo gli spostamenti green e certificando le emissioni di anidride carbonica risparmiate, di premiare con i “CO2 coin”, maturati grazie ai chilometri percorsi (1 km percorso in bicicletta equivale a 25 centesimi di euro) da spendere nei negozi aderenti al progetto.

È stato un onore e un piacere per il Comune di Legnano rispondere all’invito del ministero; è la dimostrazione della bontà del progetto “L’Alto Milanese si muove bene” e della validità del modello scelto per incentivare lavoratori e studenti a muoversi in bicicletta, a piedi o con mezzi elettrici supportando, fra l’altro, il commercio di vicinato. Proprio in un momento in cui il cambiamento climatico sta mostrando i suoi effetti più drammatici, questa scelta, che sta incontrando un interesse crescente in città, va nella direzione di quella sostenibilità auspicata da tutti a parole ma che serve poi impegnarsi nei fatti a realizzare”, il commento di Monica Berna Nasca, assessore alla Quotidianità.

Ad oltre un anno dalla partenza del progetto per gli spostamenti casa – lavoro (maggio 2021), poi allargato agli spostamenti casa – scuola, per gli studenti dai 16 anni, e alla sperimentazione del Piedibus per le scuole primarie nell’ultimo mese di lezioni, l’incontro è stata l’occasione per illustrare i punti salienti di “L’Alto Milanese si muove bene” e tracciarne un primo bilancio, dati alla mano. A oggi sono 450 gli utenti complessivi, che hanno percorso oltre 91mila 660 chilometri in oltre 33mila 120 spostamenti; spostamenti che equivalgono a oltre 14,1 tonnellate di anidride carbonica non emesse. In termini di CO2 coin spesi nei 35 negozi aderenti siamo a 11mila 281 euro sui quasi 17mila 500 euro maturati pedalando. L’azione “bike to school” ha interessato sino al termine dell’anno scolastico tre istituti superiori, Dell’Acqua, Bernocchi e Tirinnanzi, mentre il Liceo Galilei ha rimandato a settembre e lo Ial, dato il numero basso di adesioni, ha interrotto per riprendere con il nuovo anno scolastico.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI