18 C
Comune di Legnano
martedì 22 Settembre 2020

Milioni di mascherine disperse nell’ambiente: arrivano quelle biodegradabili

Ti potrebbe interessare

Calano le tariffe delle assicurazioni sulle auto: effetto del Covid-19

I dati parlano chiaro, quelli diffusi in un recente bollettino dell'IVASS, l'Istituto per la Vigilanza sulle assicurazioni: le RC Auto costano meno,...

Domenica torna il mercatino di Azzate

Riparte domenica 27 settembre il tradizionale mercatino di Azzate, anzi, la Mostra dell’Üsaa, organizzata dalla Pro Loco ogni ultima domenica del mese.

100mila euro per le imprese per l’economia territoriale di Busto Arsizio

La giunta comunale di Busto Arsizio ha approvato nelle scorse ore il “bando nel bando”, con cui si metteranno a disposizione delle...

Canegrate saluta Cinemadamare

I commenti di chi c'era si radunano in un unico grande plauso alla manifestazione “Cinemadamare”, che si è conclusa domenica sera, a...

Diventate nel giro di pochi mesi uno degli strumenti di protezione personale più sicuro contro il Coronavirus, le mascherine facciali, adottate necessariamente in tutto il mondo, stanno diventando troppe, in termini di smaltimento, per la tutela dell’ambiente.

Con la riapertura delle scuole di ieri mattina, lunedì 14 settembre, il sindaco di Codogno, una delle cittadine particolarmente colpite dall’epidemia di primavera, ha accennato alla possibilità di passare all’uso di mascherine biodegradabili, toccando una questione che sta diventando urgente: trovare un’alternativa alle mascherine utilizzate al momento ovunque, inquinanti.

Che siano smaltite correttamente nei rifiuti indifferenziati, o peggio abbandonate nelle strade, le mascherine in uso sono realizzate con poliestere o polipropilene, vale a dire due sostanze altamente inquinanti.

L’emergenza è di tipo ecologico, e l’allarme è già stato diffuso da più parti, nel mondo, per milioni e milioni di mascherine disperse nell’ambiente, in particolare in mare.

La produzione attuale di mascherine ha raggiunto i 200 milioni di pezzi al giorno in Cina, in Italia 130 milioni in un mese, secondo recenti stime.

Le nuove mascherine biodegradabili arriveranno presto a Codogno, come annunciato dal primo cittadino: si tratta di dispositivi di protezione facciale realizzati con materiali non inquinanti, come gli strati di carta a secco, assolutamente biodegradabili al 100%.

Articoli correlati

La Polizia locale di Legnano spiega l’uso delle mascherine all’aperto

Scende in campo, in questo fine settimana, la Polizia locale di Legnano per spiegare ai cittadini l’uso della mascherina all’aperto.

Controlli mascherina a Milano: fioccano multe in metropolitana

La Polizia di Stato ha avviato dei particolari controlli, in questi giorni, a Milano, per trovare e sanzionare chi non indossa la...

Arrivano le mascherine del brand comunale #ilbellodivivereabusto

L’imprenditrice Maria Grazia Scianna, titolare di Mg Laboratorio Tessile, ha donato nelle scorse ore all’Amministrazione comunale di Busto Arsizio, un migliaio di...

Cosa di nuovo non è chiaro sull’uso delle mascherine dopo le novità dell’ordinanza regionale?

Difficile farlo capire nei mesi peggiori dell’epidemia, figuriamoci ora, che decade l’obbligo anche in Lombardia di indossare le mascherine anti Covid-19,...

14 luglio: via le mascherine in Lombardia ma soltanto se possibile il rispetto della distanza di sicurezza

Sarà firmata nelle prossime ore oggi, martedì 14 luglio, l’ordinanza regionale, dal presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana, che dovrebbe far decadere...