sabato, 27 Novembre 2021

Milano riorganizza i suoi musei in quattro distretti

E’ stato presentato nelle scorse ore alla Commissione Cultura del Comune di Milano, il progetto di realizzazione dei “Distretti museali”, dell’assessore Filippo Del Corno, per ottimizzare l’offerta dei musei civici e la loro fruibilità.

I distretti saranno quattro, nell’ipotesi cge attende di essere vagliata dalla giunta Sala: Duomo, Sempione, Giardini Porta Venezia e Ansaldo Tortona.

“L’idea è quella di privilegiare la prossimità nell’articolazione dell’offerta culturale. Nella situazione che stiamo vivendo oggi, questo piano ha trovato un altro orizzonte di senso. Ma non intendiamo stravolgere né la storia degli istituti museali di Milano, né le pertinenze scientifiche di conduzione di questi musei”, ha spiegato Del Corno.

Il distretto Duomo comprenderà Palazzo Reale, il Museo del Novecento, il museo del Risorgimento, Palazzo Morando, il museo Studio Messina e Palazzo della Ragione; il distretto Sempione comprenderà il Polo del Castello Sforzesco, i musei archeologici e l’acquario; il distretto Giardini comprenderà il GAM, il PAC, il museo di Storia naturale, il Planetario, Casa Boschi di Stefano e Palazzo Dugnani; il distretto Ansaldo-Tortona il Mudec e i progetti speciali., come la Casa della Memoria, e tutti gli uffici che promuovono arte, anche interculturale.

Condividi:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on email
Email
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE