lunedì, 22 Aprile 2024

MILANO – Resta in carcere il rumeno accusato dell’aggressione col martelletto sul treno

Restera’ in carcere con le accuse di lesioni gravi e rapina, il rumeno irregolare e pregiudicato di 32 anni che, secondo le indagini, sabato scorso su un treno ha gravemente ferito alla testa una ragazza di 22 anni con un martelletto frangivetro per rubarle un telefono e pochi euro.
Questa la decisione del gip di Milano Maria Vicidomini che ha convalidato il fermo ed emesso la misura cautelare come richiesto dal pm Bruna Albertini, come pubblicato dall’ANSA Lombardia.
E’ stata, invece, esclusa l’ipotesi di reato di tentato omicidio, inizialmente formulata all’atto dell’arresto. La stessa vittima, nonostante la frattura al cranio, aveva fornito dettagli importanti per riconoscere l’aggressore e arrivare al fermo da parte dei Carabinieri.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI