21.6 C
Comune di Legnano
giovedì 17 Giugno 2021

MILANO – La figlia muore di stenti e loro comprano un’auto nuova: processo in corso

Ti potrebbe interessare

Preoccupa la variante Delta del Coronavirus: 81 casi in Lombardia da gennaio

Mentre procedono a pieno ritmo le vaccinazioni anti Covid-19 e da oggi, giovedì 17 giugno, in Lombardia hanno inizio le cosiddette somministrazioni “eterologhe” agli...

Scoperta una discarica abusiva dalla Polizia locale di Busto Arsizio

E’ successo nei giorni scorsi a Busto Arsizio: il nuovo Nucleo di Polizia Ambientale ed Edilizia del Comando di Polizia locale, ha scoperto una...

Chiude per una settimana la palestra Virgin di Milano focolaio Covid-19

Lo ha deciso la sua direzione nelle scorse ore: rimarrà chiusa per una settimana, da domani giovedì 17 giugno, la palestra Virgin di Città...

Consiglio comunale: questa sera Legnano ci riprova dopo il guasto di venerdì

Si svolgerà questa sera, mercoledì 16 giugno alle 20, a Legnano, la seduta del Consiglio comunale che non si è svolta venerdì scorso a...

Come riporta l’ANSA Lombardia, Marco Falchi e Olivia Beatrice Grazioli, i due genitori sotto processo a Milano con l’accusa di maltrattamenti in famiglia aggravati in relazione alla morte della figlia Aurora di 9 mesi avvenuta nella loro casa nella notte tra il 26 e il 27 febbraio 2015, avrebbero comprato un’auto da 9300 euro “nel giorno stesso del decesso della bimba”. Lo ha spiegato il pm di Milano Cristian Barilli riferendosi a un nuovo documento da lui depositato all’inizio del dibattimento a carico della coppia che rischia condanne fino a 24 anni. Dall’inchiesta era emerso che la bimba riceveva un nutrimento insufficiente e viveva in condizioni igieniche precarie e che era deceduta per un arresto cardiocircolatorio provocato da “grave disidratazione” e “iponutrizione cronica e acuta”. E il pm davanti alla Corte d’Assise per contrastare uno degli argomenti delle difese che punteranno “sullo stato di indigenza” ha depositato una serie di atti, tra cui un documento relativo all’acquisto di un’auto “nel giorno del decesso”.

Articoli correlati