MILANO – In Cassazione in caso del writer ‘Manu Invisible’: richiesto il proscioglimento

Per la prima volta in assoluto, è approdato fino in Cassazione un caso di ‘street art’ considerato illegale: come riporta l’ANSA Lombardia, il procedimento e’ a carico del writer ‘Manu Invisible’, assolto in primo e secondo grado a Milano dal reato di imbrattamento, contestato per un graffito da lui realizzato in un sottopasso ferroviario. E lo stesso procuratore generale della Suprema Corte ha chiesto di dichiarare nullo, perché infondato, il ricorso della Procura generale milanese e quindi, in sostanza, di confermare il proscioglimento dell’imputato.

print