9.8 C
Comune di Legnano
giovedì 25 Febbraio 2021

MILANO – Il patron di Esselunga Caprotti vince in appello contro i figli

Ti potrebbe interessare

Tenta di fuggire su un’auto rubata: arrestato un 43enne a Brebbia

E’ successo nelle scorse ore: i Carabinieri della Stazione di Besozzo hanno arrestato in flagranza di reato un 43enne, disoccupato, cittadino extracomunitario di nazionalità...

Partono i lavori di sistemazione del parcheggio davanti a “L’Oasi” di Cerro Maggiore

Chiuso per mesi al pubblico per problematiche strutturali, sarà presto oggetto di una riqualificazione a Cerro Maggiore il parcheggio di fronte alla Rrsa "L'Oasi":...

Il sindaco di Legnano Radice ribadisce alla RSU di Accam l’impegno dell’Amministrazione

Nella giornata di ieri, martedì 23 febbraio, il sindaco di Legnano Lorenzo Radice e l’assessore alle Società partecipate Alberto Garbarino hanno incontrato alcuni esponenti...

Regione Lombardia rivoluziona il suo piano vaccinale: cambia la strategia perché sia più efficace

Novità in Lombardia sul fronte dei vaccini anti Covid-19: la giunta regionale ha deciso il cambio delle strategie già adottate, per favorire le zone...

Bernardo Caprotti, fondatore di Esselunga, ha segnato un nuovo punto a suo favore nella battaglia a suon di cause promosse dai suoi figli Violetta e Giuseppe con al centro la proprietà delle azioni del gruppo. La prima Corte d’Appello civile di Milano, presieduta da Amedeo Santosuosso, ha infatti rigettato il ricorso presentato dai due figli e ha confermato la sentenza con cui a marzo dell’anno scorso il giudice del Tribunale Enrico Consolandi aveva dichiarato “improcedibili tutte le domande esperite da Giuseppe e Violetta Caprotti”, tranne due che ha invece ‘rigettato’.

FONTE: ANSA Lombardia

Articoli correlati