lunedì, 30 Gennaio 2023

Maxi sequestro di abiti contraffatti nella “Chinatown” Milano

(Foto da web - Corriere)

In azione la Polizia locale di Milano, nelle scorse ore, che in un negozio di via Paolo Sarpi, la “Chinatown” meneghina, ha sequestrato quasi 2mila capi di abbigliamento con le firme contraffatte.

Gli agenti del Nucleo Antiabusivismo hanno denunciato la titolare del negozio, una donna cinese di 38 anni, che ora è indagata per il reato di contraffazione.

Maglie, vestiti, giacche griffati Gucci, Chanel, Bulgari, Dior, Fendi, Burberry, Moschino e con altri nomi prestigiosi della moda internazionale, erano in realtà capi falsi di provenienza ignota.

Perquisendo il negozio, la Polizia locale ha trovato anche numerose etichette pronte per essere cucite sui capi di abbigliamento falsi.

Gli agenti hanno agito in borghese, nell’ambito di un più ampio progetto di controllo nei negozi, per salvaguardare in città il settore della moda e del commercio, considerato tra i più strategici per Milano.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI