domenica, 19 Maggio 2024

Maxi frode in campo edilizio: smascherate due imprese dalla Guardia di finanza

I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Milano, durante complesse indagini di polizia giudiziaria, hanno sequestrato preventivamente, nelle scorse ore, più di 142mila euro, nei confronti di tre soggetti economici, cessionari di indebiti crediti d’imposta, derivanti da false ristrutturazioni edilizie.

Come si legge in una nota, le investigazioni, condotte dai finanzieri del Gruppo Legnano e sostenute da accertamenti di natura tecnica, come sopralluoghi e perquisizioni, hanno permesso di individuare i responsabili del reato di indebita percezione di erogazioni pubbliche.
In particolare, gli indagati, legali rappresentanti/amministratori di fatto delle società coinvolte, domiciliati nel Legnanese e nell’Alto Milanese, attestando di aver eseguito lavori di ristrutturazione edilizia (con bonus facciata 90%, e bonus ristrutturazione 50%), di fatto mai eseguiti, hanno indebitamente percepito e, successivamente ceduto a terzi, crediti d’imposta inesistenti per oltre 142mila euro.

(Il procedimento penale verte ancora nella fase delle indagini preliminari; la responsabilità degli indagati sarà definitivamente accertata soltanto in seguito a condanna).

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI