martedì, 27 Febbraio 2024

Maxi arresto della Guardia di finanza: diciassette persone finiscono in manette per spaccio di stupefacenti

E’ successo questa mattina, mercoledì 10 marzo, all’alba: la Guardia di finanza ha arrestato a Milano diciassette persone, tra italiani e albanesi, al termine di una complessa indagine investigativa denominata “Royale”, condotta dalla Direzione distrettuale antimafia di Milano, con la collaborazione della Polizia locale.

Più precisamente, sette persone sono finite in carcere, una è stata posta agli arresti domiciliari e nove hanno ricevuto l’obbligo di dimora e presentazione alla Polizia giudiziaria. Tutti dovranno rispondere di traffico di stupefacenti, detenzione illegale di armi da fuoco, tentato furto e tentata rapina.

Gli inquirenti hanno identificato un primo gruppo di trafficanti che svolgeva attività di spaccio di cocaina e marijuana a Baggio, e nei Comuni di Abbiategrasso, Assago, Bareggio, Corsico e Rozzano. Una seconda cellula, composta unicamente da soggetti albanesi, teneva i contatti con un connazionale in carcere, che coordinava le operazioni con un telefonino, quindi un terzo gruppo, era dedicato al traffico di cocaina in Italia, Albania e Germania.

In Spagna è stata rintracciata una villa dove la droga era essiccata, base logistica per i rifornimenti degli spacciatori.

L’ammontare del profitto dalla vendita della droga sequestrata si aggira attorno ai 20 milioni di euro. Proseguono perquisizioni in Lombardia e Piemonte.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI