venerdì, 23 Febbraio 2024

L’Unione europea studia il passaporto vaccinale per viaggiare senza limitazioni

(Foto di Jacqueline Macou - Pixabay)

E’ al vaglio in queste ore da parte della Commissione europea la creazione di una sorta di “passaporto vaccinale”, meglio descritto come “Green pass”, per tornare a circolare tra i Paesi dell’Ue senza restrizioni.

Si tratta dell’ipotesi di realizzare, in ogni Stato membro, un documento per i cittadini che intendono recarsi all’estero, che attesti il loro stato di salute, rispetto al Covid-19. Il “Certificato verde vaccinale”, cui si sta lavorando a Bruxelles, dovrebbe attestare, secondo alcune anticipazioni, tre tipi di condizioni: che una persona è stata vaccinata contro il Coronavirus, che è risultata negativa al test o è guarita dal Covid-19.

La proposta dell’Ue guarda all’estate e ai flussi turistici, a tutti quegli spostamenti che dovrebbero rappresentare il ritorno alla normalità per ogni Paese membro, cui spetterà la preparazione dei pass europei, secondo alcune regole comuni che i vari governi dovranno osservare.

La stessa Commissione europea aiuterà gli Stati membri per la certificazione univoca dei pass, che saranno rilasciati gratuitamente, in formato digitale o cartaceo, dotati di un QR code per l’attestazione dell’autenticità delle informazioni contenute.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI