mercoledì, 29 Maggio 2024

L’uccisione dell’ambasciatore Attanasio si poteva evitare: un libro fa luce sulle ombre

Sarà in libreria da domani, venerdì 17 febbraio, “Le verità nascoste del delitto Attanasio”, un libro inchiesta della giornalista e scrittrice Antonella Napoli sui retroscena relativi all’uccisione dell’ambasciatore italiano in Congo.

A due anni di distanza dell’omicidio dell’ambasciatore italiano Luca Attanasio nella Repubblica Democratica del Congo, il libro di Antonella Napoli ricostruisce tutte le fasi dell’agguato e ne svela misteri e fatti finora lasciati in un cono d’ombra.
Oltre ad aver acquisito tutti gli atti dell’indagine giudiziaria della Procura del Tribunale di Roma, Antonella Napoli, che conosceva bene Attanasio, ha raccolto testimonianze sul posto trascorrendo un lungo periodo in Congo, dove è poi tornata il 31 gennaio con Papa Francesco, come giornalista accreditata al viaggio apostolico del Pontefice in Congo e Sud Sudan.

Esiste una certezza: il 22 febbraio 2021 l’ambasciatore italiano Luca Attanasio, il carabiniere Vittorio Iacovacci e l’autista Mustapha Milambo furono assassinati.
Esistono dei piani di sicurezza minuziosamente studiati e approvati: oggi è possibile calcolare il rischio dei pericoli di una missione, e dunque, se necessario, evitarla. Cosa che non è avvenuta per l’operazione del World Food Programme del 22 febbraio 2021.
Questo libro analizza il perché non sia stato fatto abbastanza per evitare un evento così cruento. “Le verità nascoste del delitto Attanasio” è un viaggio a ritroso sulle tracce di fatti realmente avvenuti, affrontato con caparbietà dall’autrice che conosceva l’ambasciatore Attanasio e questo le ha dato maggior forza per mettersi a lavoro, chiedendo giustizia, andando fino in fondo nella ricerca della verità, anche con una campagna lanciata dalla rivista da lei diretta, Focus on Africa, #veritaperlucavittorioemustapha.

Per la presentazione del libro nel Milanese gli appuntamenti saranno due: il 22 febbraio a Limbiate (MB), alle 12 alla libreria Mondadori, via Giuseppe Garibaldi, 52;  e a Milano il 23 febbraio alle 18.30, nello spazio “The Will” in via Cappuccio 5, dove l’autrice dialogherà con l’avvocato ed esperto di Africa Roberto Cociancich.

Come riportato nel titolo, l’opera è un’inchiesta giornalistica investigativa che ha permesso di ricostruire tassello dopo tassello una vicenda da subito apparsa dai contorni oscuri e viziata da tentativi di depistaggio. Il libro di Antonella Napoli vuol contribuire a rompere il silenzio e provare a fare luce su una terra che versa in uno stato di insicurezza permanente, tra divergenze politiche, stagnazione economica, sfruttamento rapace delle risorse, diseguaglianze sociali, crisi epidemiche e strumentalizzazioni etniche.
La prefazione del libro è stata curata da Giovanni Gugg, docente di antropologia culturale all’Università Federico II di Napoli e autore di “Focus on Africa”. La copertina è di Gianluca Costantini.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI