28.8 C
Comune di Legnano
domenica 13 Giugno 2021

LOMBARDIA – I criteri per ricevere i contributi per le famiglie di vittime della criminalita’

Ti potrebbe interessare

Una poesia per raccontare con delicatezza i cortili di Felice Musazzi

Riflettori, prego: è di scena il cortile lombardo. Termina così una particolare poesia dedicata ieri, sabato 12 giugno, dall’attore della compagnia de “I Legnanesi”,...

Torna OnDance a settembre: la ripartenza della danza secondo Roberto Bolle

Si farà e sarà “in presenza” la festa della danza OnDance, dal 4 al 7 settembre prossimi. Ideata ed organizzata dal ballerino Roberto Bolle, la...

Incidente stradale tra una moto e un’auto: arriva l’elisoccorso

E’ successo ieri pomeriggio, sabato 12 giugno, a Rancio Valcuvia: lungo la SS 394 un’automobile e una moto si sono scontrate, per ragioni ancora...

Completata la copertura per gli studenti nel passaggio alla palestra

E’ stata completata in questi giorni a Canegrate, la copertura che protegge il passaggio degli studenti tra la scuola media di via 25 Aprile...

In attuazione dell’art. 21, comma 1, della l.r. 17/2015, la Giunta regionale con delibera n. 4370, del 20 novembre 2015, pubblicata sul B.U.R.L, S.O. n. 48 del 27 novembre 2015, ha definito i criteri e le modalità per l’assegnazione di contributi ai familiari delle vittime della criminalità.

Il contributo è corrisposto ai fini dell’assistenza legale e per le emergenze economiche, legate al decesso del familiare, vittima della criminalità.
Con il successivo decreto n. 308 del 21 gennaio 2016, pubblicato sul B.U.R.L., S.O. n. 4 del 27 gennaio 2016, sono state determinate le modalità di presentazione della domanda, la modulistica e la documentazione da allegare.

Sono destinatari del contributo per l’assistenza legale il coniuge, i figli, i genitori, i fratelli e le sorelle, degli esercenti un’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o comunque economica, nonché degli altri soggetti deceduti, vittime della criminalità, che, al momento del decesso del congiunto, avevano stabilito la residenza in Lombardia, a condizione che la medesima permanga anche al momento della presentazione della domanda.

Ai familiari anzidetti che, al momento del decesso, erano conviventi con il soggetto deceduto o che da lui ricevevano un assegno alimentare, può essere riconosciuto un contributo per emergenze economiche.
Il contributo a rimborso delle spese e degli onorari sostenuti per l’assistenza legale viene riconosciuto nella misura dell’80% del loro importo e comunque nel limite massimo complessivo di 20.000 euro.

La domanda di contributo per le spese legali deve essere presentata entro cinque anni dal decesso del soggetto vittima della criminalità.
Il contributo per emergenze economiche è destinato al pagamento delle spese volte a soddisfare i bisogni primari quali, a titolo esemplificativo, il vitto, l’alloggio, il vestiario, le spese mediche, le spese scolastiche, ed è riconosciuto nella misura dell’80% delle stesse.

Tale contributo è comunque riconosciuto nel limite massimo complessivo di 20.000 euro.
La domanda di contributo per emergenze economiche deve essere presentata entro un anno dal decesso del soggetto vittima della criminalità.
Per l’erogazione dei contributi è necessario che il valore ISEE, in corso di validità all’atto di presentazione della domanda, non sia superiore ad 30.000 euro.

La modulistica e’ consultabile al link:

https://www.protezionecivile.regione.lombardia.it/cs/Satellite?childpagename=DG_ProtezioneCivile/Detail&c=Redazionale_P&cid=1213780833076&pagename=DG_PPPWrapper

Articoli correlati

Lombardia in fascia bianca: la regione attende il report dell’ISS sulla pandemia

Potrebbe passare in fascia bianca da lunedì 14 giugno, la Regione Lombardia, insieme ad altre cinque, stando agli ultimi dati relativi alla pandemia da...

Tragedia nella Bergamasca: muore un operaio travolto da un mezzo pesante in retromarcia

E’ successo questa mattina, lunedì 17 maggio, poco prima di mezzogiorno: un operaio di 53 anni ha perso la vita nel cortile di una...

Largo ai giovani: dal 2 giugno al via le vaccinazioni ai 16-29 in Lombardia

Lo ha reso noto nelle scorse ore il coordinatore generale della campagna vaccinale regionale lombarda, Guido Bertolaso: da mercoledì 2 giugno saranno aperte le...

Maltempo in Lombardia: la Regione lancia l’allerta meteo per piogge e vento forte

Il maltempo è arrivato puntuale, come da previsioni, nella serata di ieri, lunedì 10 maggio, sulla Lombardia, interessata come il Piemonte da una perturbazione...

Regione Lombardia risparmia le dosi di AstraZeneca: Pfizer e Moderna alla fascia di età 79-60

E’ stato deciso nelle scorse ore in Lombardia, e in maniera provvisoria, dalla direzione generale al Welfare che lo ha comunicato ai direttori degli...