mercoledì, 29 Maggio 2024

L’Italia si avvia verso la proroga dello stato di emergenza

(Foto da web - Fnopi)

Da indiscrezioni di corridoio ad ipotesi sempre più plausibili, anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nelle scorse ore, ha confermato la possibilità di prorogare fino al prossimo 31 dicembre lo stato di emergenza, varato lo scorso gennaio, per il Coronavirus.

Ben oltre quindi la data del 31 luglio prevista: altri cinque mesi dedicati alla massima attenzione sul contagio, e alle soluzioni più efficaci per la ripresa di attività, scuole, spostamenti, che deve avvenire in sicurezza.

L’esecutivo starebbe lavorando nella direzione della proroga, tenendo conto del parere del Comitato tecnico – scientifico, proroga che permette di intervenire con i provvedimenti più idonei in caso di un ritorno dell’epidemia.

Il virus Covid-19 è ancora in circolazione e negli ultimi giorni la curva dei contagi è tornata a salire, con decine di focolai in tutto il Paese, l’ultimo registrato a Bologna.

Con lo slogan “L’estate è davanti, non torniamo indietro” circola la campagna che invita al prestare attenzione alle regole, a non disattendere le misure di prevenzione, ancora necessarie.

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI

Close Popup

Questo sito utilizza cookie per gestire la navigazione, la personalizzazione di contenuti, per analizzare il traffico. Con la chiusura del banner acconsenti all’utilizzo dei soli cookie tecnici. La scelta può essere modificata in qualsiasi momento.

Close Popup
Privacy Settings saved!
Impostazioni

Quando visiti un sito Web è possibile che vengano archiviate o recuperate informazioni e salvate nella cache del tuo Browser, principalmente sotto forma di cookies. Controlla qui i tuoi servizi di cookie.

Questi strumenti di tracciamento sono strettamente necessari per garantire il funzionamento e la fornitura del servizio che ci hai richiesto e, pertanto, non richiedono il tuo consenso.

Cookie tecnici
Questi cookie sono impostati dal servizio recaptcha di Google per identificare i bot per proteggere il sito Web da attacchi di spam dannosi e per testare se il browser è in grado di ricevere cookies.
  • wordpress_test_cookie
  • wp_lang

Accettazione/Rifiuto Gdpr
Questi cookie memorizzano le scelte e le impostazioni decise dal visitatore in conformità al GDPR.
  • wordpress_gdpr_cookies_declined
  • wordpress_gdpr_cookies_allowed
  • wordpress_gdpr_allowed_services

Rifiuta tutti i Servizi
Accetta tutti i Servizi
Open Privacy settings