19 C
Comune di Legnano
sabato 18 Settembre 2021

LEGNANO/PIZZIGHETTONE – Fanti e parà legnanesi onorano i Caduti romeni della Grande Guerra

Ti potrebbe interessare

Legnano da il via alle celebrazioni di Dante Alighieri con mostre e conferenze

Sarà inaugurata domani, sabato 18 settembre, a Legnano, l’iniziativa culturale organizzata per celebrare il 700esimo anniversario della morte di Dante Alighieri. Il programma di “Nel...

Il piccolo non prende sonno: salvate per caso dodici famiglie da una fuga di gas

Se generalmente le notti insonni dei bambini sono un guaio per tanti genitori, questa volta i capricci notturni di un piccolo di 3 anni,...

Cicli terapeutici odontoiatrici con l’osteopatia per i bambini al Centro Porta Odontoiatria e Benessere

Il Centro Porta, che si trova a Busto Garolfo, nell'Alto Milanese, è da sempre promotore di un approccio multi specialistico in cui più discipline collaborano tra...

La GdF di Varese sequestra 20 chili di cocaina

E’ accaduto nei giorni scorsi a Varese: gli uomini del Comando Provinciale della Guardia di Finanza hanno arrestato tre persone accusate di detenzione e...

Sabato 23 gennaio, presso il cimitero di Pizzighettone, in provincia di Cremona, si è svolta una semplice ma significativa cerimonia in ricordo dei militari di origine romena, deceduti nella Grande Guerra e sepolti nel cimitero locale.
La cerimonia è stata organizzata dal Dr Marco Baratto, presidente dell’” Associatia Nationala Cultul Eroilor “Regina Maria” – Delegazione Nord Italia ( ANCE ).
Il para’ Sergio Luraschi di Legnano, presente con il collega Sergio Maino, afferma: “Siamo onorati dell’invito fattoci, segno di continuità nell’iniziativa che, come più volte ricordato e sottolineato da Baratto, ha preso il via il 23 maggio 2015 proprio a Legnano, alla presenza del Console Generale Romeno e molte Autorità militari e civili. Percorso che nelle intenzioni dell’ANCE si dovrebbe concludere nel 2018 con i festeggiamenti del centenario dell’indipendenza romena dall’austria. Siamo felicemente stupiti dell’accoglienza ricevuta sia dalle Autorità cittadine che dal Console e rappresentanti romeni, un piacevole incontro con i rappresentanti dell”Associazione Internazionale Regina Elena” Delegato Regionale del Piemonte e Consolato Romeno, e una rappresentanza di ragazzini curiosamente interessati”.
Dopo le allocuzioni del Sindaco, del dott. Baratto e del Console romeno, imperniate sull’importanza di un’Europa solida e priva di guerre, ma soprattutto sul sacrificio di centinaia di soldati romeni che hanno “disertato” dall’esercito austriaco per unirsi all’esercito savoiardo per l’indipendenza della Romania, ottenuta nel maggio 1918, e’ avvenuta la deposizione delle corone d’alloro, portate con orgoglio dai parà Maino e cav. Luraschi, seguita dall’esecuzione degli Inni Nazionali e da una breve preghiera. La cerimonia si è conclusa con le foto di rito ed un rinnovato invito alla prossima ricorrenza, ricordando che nel Nord Italia sono più di cinquanta i sacrari che ospitano Caduti romeni.

Va sottolineata la proposta di un “Documento di Collaborazione” tra l’Associazione ANCE, presieduta dal dr Baratto e l’Associazione di Fanteria legnanese, presieduta dal cav. Sciuccati.
“Al termine siamo stati accompagnati al Museo cittadino, guidati dal Conservatore del Museo Dott.sa Damiani Tentioni”, – continua il cav. Luraschi. Nelle sale e nella torre mediovale sono custoditi anche dei cimeli recuperati nel fiume Adda proprio dal sommozzatore legnanese Sergio Luraschi e dal collega del luogo Angelo Lozza, guidati dallo storico Prof, Augusto Marinoni, immersioni fatte per motivi tecnici solo in invernale. La visita alle “mura fortificate” che sono in fase di recupero e agibili al pubblico, ora trasformate in museo, ha concluso la giornata.
Ringraziamo per il comunicato il Presidente Sezione Fanti di Legnano cav Angelo Mario Sciuccati ed i gia’ citati Paracadutisti di Legnano cav Sergio Luraschi e Sergio Maino.

Articoli correlati