19.5 C
Comune di Legnano
sabato 18 Settembre 2021

LEGNANO/BUSTO ARSIZIO – Due diverse operazioni antidroga permettono il ritrovamento di piu’ di 1000 kg di stupefacenti

Ti potrebbe interessare

Raccoglievano denaro per beneficenza ma erano due truffatori

Erano certi di farla franca, due falsi addetti di un’organizzazione benefica, e invece sono stati smascherati dalla Polizia di Stato di Gallarate, nelle scorse...

Parabiago aderisce alla settimana della sicurezza stradale

"La sicurezza stradale è una responsabilità di tutti, perché tutti siamo fruitori della strada: dal pedone all'automobilista". Con queste parole il sindaco di Parabiago,...

Provaccia 2021 a Legnano: vince la contrada Sant’Ambrogio

La contrada Sant’Ambrogio ha vinto ieri sera, venerdì 17 settembre, la “Provaccia”, vale a dire il Memorial Favari 2021, lasciandosi alle spalle San Domenico,...

Il Governo è al lavoro per scongiurare il “caro-bollette”

I dettagli delle misure che potrebbero diventare un decreto nei prossimi giorni sono ancora in fase di elaborazione, ma il Governo è al lavoro...

Due sequestri di ingenti quantitativi di droga sono stati effettuati dalle forze dell’ordine nelle ultime ore nell’Altomilanese: ben 1.200 kilogrammi di hashish sono stati individuati dalla Guardia di Finanza di Pavia e 5 kg tra hashish e marijuana sono stati, invece, rinvenuti dai Carabinieri nella zona industriale di Busto Arsizio.

Nel primo caso, un 35enne trafficante internazionale e’ stato arrestato dalle Fiamme Gialle a Legnano, dopo una soffiata che parlava di un trasporto di droga tra il confine con la Svizzera e MIlano: dopo diverse ore di appostamento nel triangolo Varese, Milano, Como, e’ stato individuato a Legnano un furgone che, in seguito alla perquisizione, e’ risultato imbottito di droga. Mentre il 35enne e’ stato fermato ed ammanettato, un suo complice e’ riuscito a fuggire, tamponando l’auto dei finanzieri dopo essersi messo alla guida del mezzo. Ferito in modo non grave uno degli agenti.

A Busto Arsizio, invece, un 60enne usava il deposito della ditta per la quale lavorava come nascondiglio per la marijuana, che spacciava come “secondo lavoro”. L’uomo e’ stato tratto in arresto dai Carabinieri del Reparto Operativo di Varese per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari erano da tempo sulle sue tracce e, seguendo i suoi movimenti verso un capannone nella zona industriale in orari extralavorativi, lo hanno colto in flagranza di reato. Il primo fermo era avvenuto in un controllo stradale a Gallarate, dove il 60enne era stato trovato in possesso di modiche quantita’ di hashish. Di li’ la perquisizione nella ditta di allestimenti fieristici dove l’uomo lavorava ed il rinvenimento di un altro panetto di droga; infine, la marijuana trovata in un altro capannone dismesso ed il materiale utile al confezionamento detenuto al suo domicilio hanno completato il quadro che ha portato all’arresto.

Articoli correlati

Spavento a Milano: un filobus si scontra con una vettura e ventidue persone finiscono a terra

Attimi di apprensione questa mattina a Milano, giovedì 16 settembre poco dopo le 10, dove un filobus della linea 90 si è scontrato con...

Catturato a Milano un latitante internazionale collegato alla criminalità organizzata

E’ successo nelle scorse ore a Milano: i Carabinieri del Comando Provinciale hanno arrestato un uomo di 39 anni, milanese, latitante internazionale ricercato per...

Area C a Milano: sospesi i divieti per il Covid

Slittano a Milano i nuovi divieti per le auto in Area C, che avrebbero dovuto entrare in vigore dall’1 ottobre. Invece, come è stato...

A Busto Arsizio “ritoccata” la viabilità con due novità

La giunta comunale di Busto Arsizio ha approvato in questi giorni una modifica alla viabilità cittadina. Anzi, si tratta di due diverse iniziative, per...

Ciclista sbattuta a terra da una portiera aperta all’improvviso: forse a Milano serve prestare più attenzione alle due ruote

E’ successo questa mattina, martedì 24 agosto, in via Canonica a Milano, all’angolo con via Paolo Sarpi: una donna di 58 anni, che stava...