19.5 C
Comune di Legnano
sabato 18 Settembre 2021

LEGNANO – Si decide il 24 maggio la destinazione d’uso della villa sequestrata alla ‘ndrangheta

Ti potrebbe interessare

Raccoglievano denaro per beneficenza ma erano due truffatori

Erano certi di farla franca, due falsi addetti di un’organizzazione benefica, e invece sono stati smascherati dalla Polizia di Stato di Gallarate, nelle scorse...

Parabiago aderisce alla settimana della sicurezza stradale

"La sicurezza stradale è una responsabilità di tutti, perché tutti siamo fruitori della strada: dal pedone all'automobilista". Con queste parole il sindaco di Parabiago,...

Provaccia 2021 a Legnano: vince la contrada Sant’Ambrogio

La contrada Sant’Ambrogio ha vinto ieri sera, venerdì 17 settembre, la “Provaccia”, vale a dire il Memorial Favari 2021, lasciandosi alle spalle San Domenico,...

Il Governo è al lavoro per scongiurare il “caro-bollette”

I dettagli delle misure che potrebbero diventare un decreto nei prossimi giorni sono ancora in fase di elaborazione, ma il Governo è al lavoro...

Come riportato su Facebook dalla pagina ‘Citta’ di Legnano – Palazzo Malinverni’, e’ giunto al traguardo il lungo iter per il definitivo trasferimento al Comune di ‪Legnano‬ della proprietà di un bene immobile confiscato alla criminalità organizzata. Martedi’ 24 maggio il Consiglio comunale sarà chiamato a votare una delibera che prevede l’acquisizione di una villa situata in via Pasubio 21 (rione San Martino) che nel 2012 era stata confiscata nell’ambito di una vasta operazione giudiziaria contro la ‘ndrangheta. L’immobile era la residenza di uno dei principali esponenti lombardi di questa organizzazione criminale. La legge prevede che, in questi casi, la destinazione d’uso di tali beni debba essere esclusivamente per fini sociali. L’Amministrazione comunale sta valutando varie ipotesi ed è orientata a destinare una porzione della villa di via Pasubio a sede del Centro Antiviolenza della Rete Ticino-Olona, cioè una struttura di assistenza e accoglienza al servizio delle donne vittime di ogni forma di violenza, problema di drammatica attualità anche nella nostra zona.

Articoli correlati