mercoledì, 17 Aprile 2024

LEGNANO – Niente musica dal vivo al Circolone dalle 22 alle 6: ordinanza del Sindaco

L'ingresso del Circolone di Legnano

Un’ordinanza firmata dal sindaco di Legnano, Alberto Centinaio, pone delle forti limitazioni alle attivita’ ricreative de “Il Circolone”, storico locale nato come Circolo Fratellanza e Pace, in via San Bernardino.
In particolare, si impone al locale di cessare nelle ore notturne, dalle ore 22.00 alle ore 06.00, l’uso di impianti di diffusione musicale esistenti, nell’ambito di eventi musicali e simili spettacoli o intrattenimenti fino a quando la struttura non avrà provveduto a mettere in atto idonei accorgimenti e/o sistemi di insonorizzazione in grado di assicurare, in ogni condizione, il rispetto negli insediamenti abitativi vicini, restando nel limite di differenziale di immissione di 3 decibel per il periodo notturno, come previsto dalla normativa vigente. Le operazioni di insonorizzazione, dovranno essere documentate e dimostrate al Comune e all’ARPA Lombardia, mediante dettagliata relazione tecnica redatta da un professionista qualificato. Nell’ambito dell’attività di somministrazione all’interno dei locali, negli orari considerati, potrà essere svolta unicamente attività di musica diffusa, tale da non produrre alcuna emissione sonora all’esterno del locale.
Sicuramente un danno per il consolidato programma musicale de “Il Circolone”, ma un sollievo per i resideti della zona che da tempo chiedevano che venissero presi provvedimenti per garantire il loro riposo.
Questo il comunicato diffuso poche ore fa su Facebook dai gestori del locale:
“Dopo 15 anni di sforzi, di carte bollate, di investimenti sull’insonorizzazione, di ricerche, di mediazioni con i vicini e con le amministrazioni che si sono susseguite al governo della nostra Legnano, un’ordinanza del Comune ci obbliga a “cessare l’uso di impianti di diffusione musicale nelle ore notturne dalle ore 22.00 alle ore 06.00″ all’interno del nostro locale.
Questo nuovo provvedimento ci obbliga, ancora una volta, a fare il punto sulle nostre attività musicali.
Negli scorsi mesi:
– Abbiamo diminuito la nostra attività interna,
– Abbiamo ridotto gli orari di spettacolo,
– Abbiamo intensificato i controlli esterni ed interni alle nostre mura, riuscendo a ridurre drasticamente i disagi nelle vie limitrofe,
– Abbiamo aumentato la capacità insonorizzante del nostro salone,
– Abbiamo tarato il nostro impianto su dei livelli di emissione acustica nei limiti.
Ma è evidente che questi accorgimenti non sono stati sufficienti ad arginare un problema percepito da tempo dal vicinato.
Stiamo cercando la modalità più giusta e più consona per risolvere questa situazione in tempi brevi.
Inizia per noi un periodo di grandi lavori e riflessioni,
Per continuare a condividere la nostra passione per la musica e per la cultura.
Per noi e per voi.
Non possiamo fare a meno delle canzoni cantate con l’anima dalle band e da un pubblico felice ed emozionato.
Di vedervi ballare.
Di sentire fortissimo il legame tra noi, voi e gli artisti che si sono esibiti su questo palco storico.
Sarà un percorso difficile, non ce lo nascondiamo e non vogliamo nasconderlo nemmeno a voi, ed è per questo che abbiamo bisogno, ora più che mai, anche della vostra voce, della vostra forza, delle vostre idee.
Restiamo uniti per andare avanti.
Nessun bavaglio puó zittire CENTODIECI anni di storia…”

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI