LEGNANO – Nessuna ordinanza anti botti: ci si appella al buon senso proponendo alcuni dati

Con l’avvicinarsi dei festeggiamenti di fine anno torna d’attualità il problema dei botti. Un’usanza diffusa anche in città che fa discutere per le svariate ricadute negative in termini di sicurezza, tutela degli animali e inquinamento. L’Amministrazione comunale di Legnano, pur consapevole dei problemi sopra ricordati, ritiene anche quest’anno di non dover emanare un’apposita ordinanza finalizzata a vietare i botti.
È una decisione che nasce dalla consapevolezza che si tratterebbe soltanto di una sorta di “grida” di manzoniana memoria, cioè di scarsissima se non nulla utilità pratica. È infatti tecnicamente impossibile verificare l’effettiva adesione a tale divieto, e soprattutto sanzionare i trasgressori. L’Amministrazione comunale di Legnano ritiene invece più serio fare appello all’intelligenza e al senso civico dei cittadini affinché evitino di salutare l’arrivo del 2016 facendo esplodere dei botti.
Sono diversi i motivi che suggeriscono un simile comportamento.
1. Il numero dei feriti provocati da questa pericolosa usanza continua ad essere elevato. Si ricorda che l’anno scorso, in tutta Italia, si sono riscontrati due morti e oltre 500 feriti.
2. Il primo giorno del nuovo anno restano sulle strade quantità di botti inesplosi che possono mettere a rischio l’incolumità delle persone.
3. Il livello di inquinamento dell’aria, già assai elevato in questo periodo, viene ulteriormente incrementato dalle esplosione attraverso l’emissione di sostanze chimiche.
4. Stiamo vivendo un momento storico segnato da drammatici attentati terroristici che consigliano comportamenti più sobri e rispettosi dei molti lutti provocati.
5. Ultimo, ma non meno importante, il serio disagio che subiscono gli animali. Lo scoppio di fuochi artificiali in piena notte è causa di danni, a volte mortali, che colpiscono indistintamente animali selvatici e domestici.
Per tutti questi motivi, il Comune di Legnano rivolge un forte appello a tutti i cittadini affinché recepiscano l’importanza di evitare comportamenti pericolosi e inopportuni e decidano di salutare il nuovo anno con modalità più tranquille e rispettose della propria e altrui incolumità. I benefici ricadranno su tutti noi.

print