Legnano – “Mercatone Uno”: l’INPS in aiuto dei lavoratori

Il punto vendita "Mercatone Uno" chiuso a Legnano

Lo racconta l’on. Riccardo Olgiati, parlamentare legnanese del M5S, in queste ore: per i 1800 lavoratori di “Mercatone Uno”, rimasti senza occupazione dopo il fallimento della proprietà Shernon Holding e la chiusura di tutti i punti vendita in Italia, compreso quello di Legnano, arriva una boccata d’ossigeno, con l’aiuto del Governo e dell’INPS che venerdì scorso ha emanato una circolare operativa per la copertura immediata attraverso il fondo di garanzia dei loro TFR, al fine di garantire liquidità dopo oltre tre settimane senza stipendio e senza ammortizzatori sociali.

“Con la nomina dei commissari straordinari, nelle persone di Giuseppe Farchione, Luca Gratteri e Antonio Cattaneo, si apre una nuova fase per la “Mercatone Uno”. Oggi interveniamo con la nomina dei nuovi commissari straordinari che come primo atto della loro gestione hanno rinnovato la cassa integrazione per i lavoratori, riattivando l’esercizio provvisorio e dando loro un minimo di respiro e serenità per pensare al proprio futuro. Parallelamente abbiamo lavorato anche per i tanti fornitori, anch’essi fortemente penalizzati da mesi di fatture non pagate”, spiega Olgiati.

I reati commessi dai debitori includeranno anche la bancarotta, la bancarotta fraudolenta e il ricorso abusivo al credito: in questo modo tutte le aziende dell’indotto, che erano in attesa di pagamenti, potranno accedere ai fondi che sono estesi anche ai professionisti.

Il passo successivo nell’intera vicenda sarà la ricerca di nuovi investitori solidi, che possano garantire la continuità ed il rilancio della società.

print