Legnano – L’ex vice sindaco Cozzi rimane ai domiciliari

Gianbattista Fratus e Maurizio Cozzi

Respinta la richiesta dell’ex vice sindaco di Legnano Maurizio Cozzi, agli arresti domiciliari, di tornare qualche ora al proprio lavoro, nel suo studio legale: il Gip del Tribunale di Busto Arsizio ha dato parere negativo alla domanda presentata dai suoi avvocati.

Arrestato nell’ambito dell’operazione “Piazza Pulita”, Cozzi non può uscire di casa e tornare al suo lavoro. Del resto, come precisato dal Gip, non sussistono presupposti necessari ad accontentare tale richiesta, poiché Cozzi non è in “stato di indigenza”. Domani Cozzi ricorrerà in appello.

Nel frattempo, il TAR ha accolto la richiesta di sospensione cautelare del Difensore civico regionale, decretando l’illegittimità delle surroghe dei consiglieri dimissionari, mentre il sindaco Gianbattista Fratus, ai domiciliari come Cozzi, chiamato a deporre si è avvalso della facoltà di non rispondere.

print