domenica, 25 Settembre 2022

LEGNANO – Le tematiche della rivista ‘Il Carroccio’ edizione 2016

carroccio_maggio_2016Uscira’ a metà giugno lo “Speciale Palio 2016” tutto fotografico, ma intanto, come ogni anno, e’ disponibile il nuovo numero della rivista “Il Carroccio” che ha accompagnato i giorni precendenti il Palio.
La Redazione, con il direttore Luigi Marinoni, nell’augurare a tutti Buon Palio e, per presentare il nuovo numero, propongono l’editoriale di apertura “Garriscono le bandiere, si animano i manieri, si accendono le contrade…, è il nostro maggio, mese principe del Palio legnanese. Ma, come ormai sappiamo da anni, la forza del più importante evento cittadino si irradia lungo tutto l’anno, e il nostro numero maggengo è un po’ il raccolto di tutto quel che il Collegio dei Capitani e delle Contrade ha saputo seminare nel tempo trascorso. Mesi importanti, che hanno visto il nuovo Gran Maestro e il Direttivo muoversi in varie direzioni, come ci raccontano Alberto Oldrini e Rino Franchi. Stiamo parlando delle iniziative di
beneficenza e dei contatti, che tanti frutti stanno dando, con le associazioni di volontariato e sportive (la Partita di Legnano e le magliette di contrada col Legnano Basket).
Le consuete manifestazioni, dalla traslazione della Croce ai manieri aperti.
Ma anche le piacevoli novità, dalla nuova organizzazione del Gran Galà di Primavera e della stessa Provaccia, alla messa in scena della Battaglia di Legnano di Giuseppe Verdi, al ritorno alla premiazione del Contradaiolo Benemerito. Dalle contrade il ricordo di un indimenticabile Gran Maestro come Enzo Pagani, da Pier Galimberti (cui si deve la scelta della copertina) il ricordo della “Joyeuse”, la spada di Carlo Magno, e la riscoperta di una visione seicentesca del nostro Castello.
Dall’Oratorio delle Castellane il reportage della serata a colloquio con le protagoniste delle reggenze.
Dall’instancabile animatore l’introduzione al nuovo sito del Collegio. Le serate dedicate alla storia dalla Commissione Costumi per il Progetto Medio Evo ci hanno dato modo di conoscere (e farci conoscere) la storica pisana Chiara Frugoni, che qui ci parla dell’importanza della gestualità nel Medio Evo. Nell’intervista col prof. Paolo Grillo, che tanto collabora col Collegio, abbiamo invece approfondito il suo amore per la storia e la “nostra” Battaglia.
Senza dimenticare, ci mancherebbe altro, le corse: facciamo conoscenza col nuovo mossiere, Massimiliano Narduzzi, con la nuova pista al centro ippico La Stella, e con l’ambizioso progetto di Horse Ambulance portato avanti dal dott. Sandro Centinaio.
Franco Pagani ci mostra il “rovescio della medaglia” delle nostre celebrazioni, con la figura del Barbarossa vista con gli occhi della memorialistica teutonica.
Energie antiche e nuove per ridare nuova linfa al nostro Palio, sempre più vitale e voglioso di interagire con la città e al tempo di stesso di valicarne i confini, per una manifestazione sempre più degna del riconoscimento che merita.”

Condividi:

Facebook
Twitter
LinkedIn
Email
WhatsApp
Telegram

ULTIME NEWS

LE PIÙ LETTE

ARTICOLI CORRELATI