Legnano – La Franco Tosi tra dubbi e certezze

Dopo la conferma che la Franco Tosi Meccanica non sarà trasferita in Brianza, ma rimarrà nella sua sede storica di Legnano, con l’acquisto da parte della proprietà dell’area industriale, dopo l’accordo per la cessione dell’area di 36mila metri quadrati, non sono mancate in queste giorni le riflessioni avanzate dalle rappresentanze sindacali, preoccupate ugualmente per il futuro della fabbrica.

Dove sono le prospettive? Se la Bruno Presezzi Spa, società meccanica presieduta da Alberto Presezzi a Burago Molgora, adesso ha anche acquisito l’area, è arrivato il momento di far crescere la Tosi, di passare agli investimenti, come commentato dai rappresentanti della Fiom CGIL.

Al momento alla fabbrica di turbine legnanese lavorano 180 dipendenti, una settantina dei quali sono in cassa integrazione, che attendono di sapere quali iniziative saranno messe in campo per il rilancio.

Dal canto loro, Alberto Presezzi e l’imprenditrice sua consorte Barbara di Febo, assicurano che a breve la società presenterà un nuovo piano industriale, chiedendo ai lavoratori e alla città di Legnano di avere fiducia, e di continuare a credere nella ripresa della storica fabbrica.

print