11.6 C
Comune di Legnano
mercoledì 12 Maggio 2021

LEGNANO – La fontana del Redentore torna all’antico splendore: inaugurazione il 26 maggio

Ti potrebbe interessare

Escursioni nei boschi di Cittiglio: attenzione alle frane

Dopo la frana che ha determinato recentemente la chiusura del Parco delle Cascate di Cittiglio, fino al termine dei lavori di messa in sicurezza...

Buoni Spesa: a Legnano pubblicata la graduatoria. Aiuti là dove c’è bisogno

È stata pubblicata ieri, lunedì 10 maggio, a Legnano, la graduatoria dei cittadini ammessi ai Buoni Spesa destinati alle famiglie colpite dall’emergenza Covid-19, e...

Arriva il Consiglio comunale “misto” a Legnano

Si svolgerà sabato 15 maggio alle 8.30 il Consiglio comunale a Legnano, convocato in modalità “mista”. Vale a dire che la seduta si terrà...

Sport e inclusione: prende il via un progetto nell’Alto Milanese

Sport per tutti. L’Associazione “Cittadinanza Attiva OdV” ha presentato in questi giorni un progetto che ha come fine permettere a disabili, a bambini, ragazzi...

fontana redentore1Giovedì sera, 26 maggio 2016, alle 23.00, a conclusione di una affollata cena con i fantini di contrada organizzata da Legnarello in via Dante, sarà ufficialmente inaugurata la ristrutturata fontana situata al centro di piazza SS. Redentore, proprio di fronte all’omonima chiesa parrocchiale e a due passi dal maniero.
Un anno fa, durante i festeggiamenti seguiti alla vittoria del Palio 2015, il sindaco Alberto Centinaio aveva raccolto una richiesta dei contradaioli e promesso che entro un anno Legnarello avrebbe riavuto la sua fontana.
La promessa è stata mantenuta. La storia di questa fontana è assai travagliata. La sua costruzione risale al 1958, a seguito di una sottoscrizione pubblica alla quale prese parte con entusiasmo tutta la popolazione del rione, per iniziativa dell’allora capitano Emilio Guidi.
Vennero raccolti 5 milioni di lire (una cifra considerevole per allora) che furono utilizzati per commissionare un manufatto in grado di abbellire piazza SS. Redentore armonizzandosi con la facciata della chiesa in stile classico lombardo. Il risultato premiò le aspettative: sorse una struttura ottagonale, fregiata dei simboli del Palio su pannelli marmorei e sormontata da un trofeo formato da otto scudi capovolti (uno per contrada) da cui usciva uno zampillo d’acqua.
Pochi anni dopo l’inaugurazione, cominciarono a sorgere problemi tecnici che ne condizionarono la funzionalità. I giornali dell’epoca diedero voce al malumore della gente che lamentava il progressivo degrado della vasca e il suo essere ormai regolarmente asciutta. A distanza di quasi 60 anni, ecco che la fontana torna al suo antico splendore.
«Grazie all’impegno del settore Opere Pubbliche – commenta il Sindaco Centinaio -, sono soddisfatto di aver mantenuto la promessa fatta. Gli abitanti di Legnarello potranno ora nuovamente ammirare una struttura fortemente voluta dagli abitanti di allora. E’ una bella notizia non solo per il rione ma per l’intera città. Questa fontana è infatti l’unica che richiama tutti i simboli del Palio e delle otto contrade. Un ritorno più che gradito alla vigilia del Palio 2016».

Articoli correlati