19.5 C
Comune di Legnano
sabato 18 Settembre 2021

LEGNANO – Il TAR ha respinto il ricorso di Pusceddu contro la squalifica a vita dal Palio

Ti potrebbe interessare

Raccoglievano denaro per beneficenza ma erano due truffatori

Erano certi di farla franca, due falsi addetti di un’organizzazione benefica, e invece sono stati smascherati dalla Polizia di Stato di Gallarate, nelle scorse...

Parabiago aderisce alla settimana della sicurezza stradale

"La sicurezza stradale è una responsabilità di tutti, perché tutti siamo fruitori della strada: dal pedone all'automobilista". Con queste parole il sindaco di Parabiago,...

Provaccia 2021 a Legnano: vince la contrada Sant’Ambrogio

La contrada Sant’Ambrogio ha vinto ieri sera, venerdì 17 settembre, la “Provaccia”, vale a dire il Memorial Favari 2021, lasciandosi alle spalle San Domenico,...

Il Governo è al lavoro per scongiurare il “caro-bollette”

I dettagli delle misure che potrebbero diventare un decreto nei prossimi giorni sono ancora in fase di elaborazione, ma il Governo è al lavoro...

La terza sezione del Tribunale Amministrativo Regionale della Lombardia ha dichiarato inammissibile “per difetto di giurisdizione” il ricorso presentato dal fantino Valter Pusceddu contro la squalifica a vita dal Palio di Legnano, emanata dal Collegio dei Magistrati a seguito della rissa scoppiata in campo durante l’edizione 2013 della Sagra del Carroccio. Il dispositivo di sentenza ha accolto la linea difensiva del Comune di Legnano che sottolineava il particolare rapporto esistente tra il Palio e gli organi comunali. Il primo, infatti, possiede organi propri, diversi non solo nel nome, ma anche nella composizione, da quelli comunali. Ne deriva che il suo regolamento è del tutto atipico, cosa che lo differenzia dalle disposizioni sulla produzione dei regolamenti comunali.
«L’organizzazione del Palio di Legnano”, – si legge –, “presenta elementi di somiglianza che ne fanno parte integrante del fenomeno tipicamente italiano del Palio, piuttosto che delle semplici manifestazioni ludiche organizzate dalle amministrazioni comunali». «Ne deriva”, – continua la sentenza –, “che gli atti emanati nell’esercizio di siffatti anomali poteri civici non sono imputabili all’ente locale secondo l’ordinamento proprio del decentramento amministrativo statuale, né sono assoggettabili al regime degli atti e provvedimenti amministrativi, in particolare gli atti con funzione giustiziale nei confronti delle sanzioni irrogate nell’ambito della speciale disciplina del Palio».

Articoli correlati

Si apre la settimana del Palio di Legnano: arriva il mossiere Bircolotti

Conto alla rovescia cominciato a Legnano per il suo Palio, che si correrà domenica 19 settembre. E a pochi giorni ormai dall’evento più atteso...

Riveduta la squalifica a vita al fantino del Palio di Legnano Walter Pusceddu

I Magistrati del Palio di Legnano, Lorenzo Radice, Giuseppe La Rocca e Gianfranco Bononi hanno riesaminato la squalifica “a vita” di Walter Pusceddu, alla...

Tocca a strade e marciapiedi essere al centro dei lavori a Legnano

Proseguono i lavori stradali a Legnano, cominciati a giugno scorso, tra il rifacimento di strade e marciapiedi. Come spiega in questi giorni il sindaco Lorenzo...

ALER vende quindici appartamenti a Legnano

Sono state messe in vendita in queste ore quindici unità immobiliari di proprietà ALER Milano, che si trovano in via Romagna a Legnano. Ogni...

Sev Spa sarà il media partner del Palio di Legnano 2021

Sev Holding Spa è stata individuata, nell’ultima seduta del Comitato Palio e in seguito ad un avviso pubblico emesso lo scorso giugno, quale media...