Legnano – Il sindaco Fratus di nuovo interrogato non risponde

E’ accaduto ieri in Procura a Busto Arsizio: il sindaco di Legnano Gianbattista Fratus, agli arresti domiciliari da maggio, arrestato nell’ambito dell’operazione “Piazza Pulita”, chiamato di nuovo dal magistrato per un nuovo interrogatorio, si è avvalso della facoltà di non rispondere.

A Fratus sono contestati i reati di turbata libertà degli incanti e turbata libertà di scelta del contraente, nonché di corruzione elettorale.

Ai domiciliari rimangono, come il sindaco, anche il suo vice Maurizio Cozzi e l’assessore ai Lavori pubblici Chiara Lazzarini.

Il Comune di Legnano è sotto gestione commissariale.

print